Il quarto appuntamento del progetto Enduro Italia si è tenuto lunedì 18 luglio a Treviso presso l’Hotel Maggior Consiglio. L’iniziativa, in collaborazione tra la Federazione Motociclistica Italiana e il Corpo Forestale dello Stato, ha nuovamente richiamato numerosi appassionati e addetti ai lavori. In Veneto erano presenti Franco Conte (Senatore della Repubblica, presente come rappresentante dell’Onorevole Barbara Degani, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente), l’Onorevole Matteo Bragantini e Leonardo Muraro (Presidente della Provincia di Treviso). Sono intervenuti Fabio Larceri (Vice Presidente FMI), il quale ha fatto gli onori di casa, Giovanni Copioli (Vice Presidente FMI), Tony Mori (Coordinatore del Dipartimento delle Politiche Istituzionali FMI), Luigi Favarato (Presidente del Comitato Regionale FMI Veneto), Marco Marcellino (Presidente della Commissione Normative Fuoristrada FMI oltre che del Comitato Regionale FMI Liguria) e Claudio D’Amico (Comandante provinciale di Arezzo del Corpo Forestale dello Stato).

Il progetto Enduro Italia ha l’obiettivo di promuovere una campagna informativa che sensibilizzi tutti i praticanti del fuoristrada al corretto utilizzo del territorio, per cercare di avvicinare il mondo dello sport alle Istituzioni e agli organi preposti al controllo, individuando le linee guida che garantiscano il rispetto dell’ambiente e della legge, ma che al tempo stesso consentano agli appassionati di esercitare il loro diritto di praticare un’attività sportiva riconosciuta dal CONI.

Fabio Larceri ha introdotto gli argomenti della serata, ringraziando tutti i partecipanti e ricordando l’impegno profuso dalla FMI verso queste tematiche, che la Federazione stessa continua a seguire con grande attenzione. Giovanni Copioli ha voluto sottolineare la firma del Codice Etico di Comportamento degli Escursionisti nella Provincia di Reggio Emilia avvenuta tra FMI, CER, CAI, FISE e Coordinamento Valle del Tassobbio. Dal canto suo, Claudio D’Amico ha confermato la piena disponibilità e apertura al dialogo da parte di tutte le stazioni territoriali del Corpo Forestale dello Stato. Franco Conte, congratulandosi per l’iniziativa portata avanti in maniera congiunta da FMI e CFS, ha affermato che il dialogo tra tutte le parti in causa è di fondamentale importanza per la risoluzione delle problematiche in questione e ha assicurato la piena collaborazione da parte delle Istituzioni ed in particolare dal Ministero dell’Ambiente. L’Onorevole Bragantini, motociclista appassionato e firmatario della nuova proposta di legge che prevede l’installazione della 3^ fascia del guardrail (modifica all’articolo 47 della legge 29 luglio 2010, n. 120, concernente il miglioramento della sicurezza passiva delle barriere stradali e la tutela dell’incolumità dei motociclisti) ha esortato la prosecuzione di questa proficua collaborazione chiedendo al mondo motociclistico italiano maggiore coesione e spirito di squadra per far fronte a tutte le problematiche. E’ inoltre intervenuto Leonardo Muraro, il quale ha evidenziato l’importanza ed il diritto alla pratica sportiva che deve essere doverosamente agevolata sia dagli Enti Locali che dalle Istituzioni dello Stato.

Ufficio Stampa FMI

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultimi Articoli Gare