Quando si vuole acquistare una moto che sarà la base di partenza per una personalizzazione, dobbiamo sempre chiederci cosa vogliamo realizzare e cosa vogliamo sostituire.

E’ chiaro, infatti, che più si ha in mente la moto ideale che vogliamo, meglio possiamo concentrarci sull’acquisto della migliore base (cioè la moto usata) da acquistare. Nel mio caso, volevo un’Aprilia RX perché la trovo una bella moto, nonostante abbia quasi 20 anni e gli unici componenti che trovavo vecchi erano il faro e le frecce, cose che si possono tranquillamente reperire per qualsiasi moto; poi il porta targa posteriore (tra l’altro era già stato sostituito quello originale...).

Poi, visto che l’appetito vien mangiando ..., ho deciso anche di sostituire i paramani con altri più efficaci, il salsicciotto paracolpi (perché vecchio), ed il parafango anteriore con un altro più moderno, e le manopole.

Modifiche semplici da realizzare e completamente reversibili, così da riportare la moto al suo stato originale in ogni momento.

Quest’ultimo aspetto lo trovo importante per mantenere la moto facilmente rivendibile; alla fine è un 125 depotenziato, guidabile con patente B o patente A1, e tra due anni potrà essere iscritto all’ASI come veicolo storico.

Nel prossimo articolo vedremo la sostituzione degli indicatori di direzione.


 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultimi Articoli Gare