Honda ha una lunga tradizione di successo nel segmento delle naked di media cilindrata ad alte prestazioni. Potente, facile, veloce ma anche pratica nell’uso quotidiano, grazie al peso ridotto e all’agilità, una naked media è ottima anche per cominciare la carriera di motociclista o per tornare in sella dopo un periodo di stop. E se è una CB650F c’è la garanzia del performante motore a 4 cilindri in linea.

La CB650F, nata nel 2014, continua questa tradizione e rimane fedele all’idea originale secondo cui una naked media può considerarsi tale se ha una cilindrata intermedia e prestazioni entusiasmanti ma alla portata di un vasto pubblico, dal principiante all’esperto.

Per la versione 2017 la Honda CB650F rilancia la ricetta che ne ha decretato il successo e ritocca il look ispirato alla CB400 degli anni Settanta con i collettori di scarico elegantemente raccolti sulla destra in un andamento sinuoso mettendo ancor più l’accento sull’attitudine di giovane irriverente streetfighter.

In un’epoca in cui le naked di media cilindrata più diffuse adottano invariabilmente motori bicilindrici, la Honda CB650F è fiera di sfoggiare il suo 4 cilindri in linea da ben 91CV, capace di regalare emozioni sportive inavvicinabili da qualunque altro modello di para cilindrata. E se a ciò si aggiunge il sound inebriante e il nuovo look ancora più aggressivo, ecco che la nuova CB650F si candida a regina del segmento.

Mr Sadataka Okabe, Large Project Leader (LPL) 17YM CB650F:

Le motociclette a quattro cilindri di media cilindrata rappresentano una tradizione importante per Honda. ‘Più grande’ non sempre è sinonimo di ‘migliore’ e con la CB650F versione 2017 abbiamo voluto offrire ai motociclisti ciò che veramente conta su una naked sportiva prestazioni, accelerazione, stile e maneggevolezza – senza aggiungere peso o inutili complicazioni. Abbiamo inoltre voluto offrire specifiche superiori, con le luci a LED e la nuova forcella Showa Dual Bending Valve."

Panoramica del modello

La maggiore potenza, garantita dai condotti di aspirazione ridisegnati e dal nuovo sistema di scarico più “aperto”, consentono alla CB650F di spingersi fino agli 11.000 giri/min della zona rossa con grande slancio, mentre i rapporti più corti del cambio assicurano accelerazioni brucianti e riprese prontissime. La maggiore potenza è accompagnata da nuovo, rauco rombo, che inizia già dai regimi bassi per tramutarsi in un esaltante urlo al salire dei giri.

Anche il rendimento dinamico è stato migliorato, con la nuova forcella Showa Dual Bending Valve e le nuove pinze freno Nissin. Le nuove spigolose sovrastrutture mettono in risalto il motore e disegnano un look aggressivo. Il tocco finale sono i nuovi eleganti e luminosi gruppi ottici a LED. Infine, il manubrio su supporti in gomma migliora il comfort durante le lunghe distanze.

Caratteristiche principali

Motore

Il motore della CB650F 2017 eroga 4 CV in più rispetto al modello precedente, per una potenza massima che tocca ora i 91 CV a 11.000 giri/min. La maggiore potenza è garantita dal nuovo sistema di aspirazione e scarico. L’airbox, dotato di condotti più larghi, contiene cornetti di aspirazione più corti che alimentano quattro corpi farfallati da 32 mm. Il sistema di scarico non rinuncia al bellissimo impianto con andamento 4 in 1 ma ora la struttura interna del silenziatore è a doppia sezione anziché tripla, in modo da ridurre la contropressione, e l’uscita del terminale è più grande.

Con rapporti del cambio più corti dalla seconda alla quinta marcia, la nuova CB650F 2017 scatta più rapidamente del precedente modello, tanto che, accelerando in seconda marcia dalla velocità di 60 km/h, lo distanzia per una lunghezza pari a 3 moto in un tratto di 400 metri.

Anche il valore di coppia massima migliora, pari ora a 64 Nm a 8.000 giri/min, e come sempre il fluidissimo 4 cilindri Honda è in grado di riprendere senza strappi fin da 1.500 giri/min in sesta marcia. Per gratificare il pilota anche con le sensazioni uditive, il rauco rombo iniziale ai bassi e medi regimi si trasforma gradualmente in un “urlo” sempre più coinvolgente fino alla zona rossa, ricordando a chi insegue che il motore della nuova CB650F discende dalla nobile stirpe di 4 cilindri Honda da competizione.

Il motore a 4 cilindri in linea da 649 cc (alesaggio x corsa pari a 67x46 mm), con distribuzione bialbero a 16 valvole e raffreddamento a liquido della CB650F, sfrutta una struttura interna compatta, con cambio verticale a sei rapporti e disposizione del motorino di avviamento alle spalle della bancata cilindri, inclinata in avanti di 30°. Le 16 valvole sono azionate direttamente delle camme degli alberi della distribuzione. Il rapporto di compressione è di 11,4 : 1.

I pistoni presentano il mantello asimmetrico per ridurre gli attriti. Le canne dei cilindri presentano la superficie ad aculei, che disperde meglio il calore migliorando il raffreddamento e riducendo il consumo d’olio, con il secondario ma non meno importante effetto di massimizzare l’affidabilità del motore. Il sistema di distribuzione è mosso da una catena silenziosa con riporto al vanadio sugli ingranaggi che riduce le perdite per attrito.

L’impianto di raffreddamento è progettato per rendere super efficienti i flussi all’interno del sistema che può così funzionare con una pompa dell’acqua compatta e leggera. Il circuito sfrutta un’estesa rete di passaggi interni tra testata e cilindri in modo da eliminare gran parte delle antiestetiche tubazioni esterne, contribuendo allo stile minimale ed elegante del motore.

La nuova CB650F 2017, omologata Euro4, è molto efficiente nei consumi, pari a 21 km/l nel ciclo medio WMTC, e così con il serbatoio da 17,3 litri l’autonomia supera i 350 km con un pieno.

Telaio e ciclistica

Il telaio in acciaio con struttura a diamante prevede travi discendenti di forma ellittica da 64 x 30 mm. Il bilanciamento realizzato per ottenere l’eccellente guidabilità della CB650F deriva da una zona più rigida intorno al cannotto di sterzo e più flessibile sulle travi laterali.

L'inclinazione del cannotto di sterzo è pari a 25,5°, con avancorsa di 101mm che determina un interasse di 1.450mm. Il peso con il pieno di benzina è di 208 kg.

La nuova forcella Showa Dual Bending Valve (SDBV) con steli da 41 mm migliora la risposta alle sollecitazioni e la manovrabilità, garantendo uno smorzamento dell'estensione perfettamente controllato e della compressione proporzionale alla corsa di 120 mm. I tappi della forcella hanno forma ottagonale e sono ottimamente rifiniti con rivestimento in Alumite. Il forcellone in alluminio pressofuso presenta un braccio destro ad arco che lascia spazio al silenziatore di scarico. L’ammortizzatore regolabile nel precarico molla su 7 posizioni collega direttamente il telaio al forcellone.

Sui bellissimi cerchi a 6 razze sdoppiate in alluminio pressofuso sono montati pneumatici sportivi nelle misure 120/70ZR17 e 180/55ZR17.

Le valvole per l’aria hanno ora forma ad L per operazioni di controllo pressione facilitate. L’impianto frenante con ABS a due canali può contare su grandi dischi wave anteriori da 320 mm, morsi da nuove pinze Nissin a 2 pistoncini e sul disco wave posteriore da 240 mm con pinza a singolo pistoncino.

Lo stile della CB650F è assolutamente essenziale. I nuovi fianchetti anteriori mettono in risalto lo sfaccettato serbatoio e il motore, mentre il codone corte e il piccolo parafango anteriore enfatizzano lo slancio in avanti della linea. Le luci anteriori sono ora a LED, come al posteriore, che guadagna anche il vetro bianco. Nuovo il design del piccolo cupolino solidale alla forcella: ora è più piccolo e con bordi più accentuati.

La posizione di guida è stata leggermente spostata in avanti, con il guidatore più vicino alla ruota anteriore. Il manubrio ha ora una piega più bassa e utilizza contrappesi interni e risers su supporti in gomma che aumentano il comfort del guidatore. La sella – posta a 810 mm da terra – ha un profilo più stretto nella sezione centrale per facilitare l'appoggio del piede, ed è montata su supporti in gomma calibrati con una rigidezza specifica per ridurre le vibrazioni.

Il cruscotto splendidamente integrato nell’aerodinamico cupolino, è perfettamente leggibile con un rapido colpo d’occhio. Completamente digitale, offre sulla sinistra le informazioni del contagiri e del tachimetro, sulla destra l’indicatore del livello carburante, l’orologio, il contakm e le spie di servizio. Entrambi i display sono retroilluminati con luce bianca.

Tutte le colorazioni della nuova CB650F prevedono telaio, forcellone e ruote di colore nero, con carter motore color bronzo, mentre carenatura e grafiche variano in base alla scelta cromatica che, per l’Italia, prevede i seguenti colori:

Millenium Red

Pearl Metalloid White

Matt Gunpowder Black Metallic

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultimi Articoli Gare