Era la primavera del 1946 quando la prima Vespa, la leggendaria 98cc, usciva dallo stabilimento di Pontedera.

Nel settantesimo anniversario di quel momento storico, il Gruppo Piaggio rende omaggio allo scooter più amato di sempre con una versione speciale. Una personalizzazione che celebra la storia di un veicolo che ha superato la sua funzione di commuting agile e divertente per diventare un simbolo delle epoche che ha attraversato. Oggi Vespa non è solo uno scooter, è il mezzo a due ruote più famoso e amato nel mondo.

In settanta anni di storia, e dopo oltre 18 milioni di esemplari, Vespa ha unito in un’unica passione giovani di culture lontane e diverse. Primo marchio veramente globale della mobilità, Vespa ha interagito con ambienti sociali lontanissimi tra loro, generando fenomeni culturali diversi, peculiari delle realtà nelle quali ha saputo calarsi fino a diventarne protagonista e tratto distintivo. Ha guidato le rivoluzioni di costume, musicali, giovanili. Ha accompagnato i popoli nella loro crescita. Li ha fatti correre nelle fasi di benessere economico. Ed è oggi uno dei prodotti italiani più diffusi e conosciuti a ogni latitudine, oggetto di culto e simbolo di eleganza senza tempo.

Così tre modelli - la scattante e agile Primavera, l’ammiraglia GTS e la intramontabile PX -festeggiano questo incredibile traguardo con una serie speciale contraddistinta da uno schema cromatico esclusivo che ha la sua base in due nuove colorazioni: Azzurro 70 e Grigio 70, cromie speciali che attingono alla migliore tradizione Vespa e che debuttano in questa irripetibile occasione. Entrambe le verniciature esaltano e sottolineano il fascino del design di Vespa distillando sette decenni di evoluzione stilistica.

La serie Vespa Settantesimo è resa veramente speciale anche da una serie di lussuose personalizzazioni che prevedono un’inedita ed elegante sella in colore testa di moro, rifinita con cadenino in contrasto di colore beige e termosaldature a definire il logo Vespa Settantesimo, elegantemente posto all’altezza della seduta del passeggero. La livrea di tutti modelli Vespa Settantesimo è anche caratterizzata da una grafica dedicata sul controscudo, mentre i cerchi sono rifiniti “dark” grazie a una specifica verniciatura extra serie. Completa la dotazione il classicissimo portapacchi posteriore cromato (una icona nella storia di Vespa) che accoglie una elegante borsa, in tinta con la seduta, recante il logo del settantesimo anniversario.

Un posto speciale in questa celebrazione spetta a Vespa PX (nelle eterne cilindrate 125 e 150cc), un mito inossidabile che, grazie anche al suo cambio manuale a quattro marce, vive la condizione di modello mitologico e inimitabile. A festeggiare i settant’anni di Vespa non poteva mancare Primavera, il modello che interpreta al meglio l’anima più giovane e sbarazzina della gamma e che, con l’introduzione dell’ABS nelle motorizzazioni 125 e 150cc, conferma la sua attenzione alla sicurezza e al continuo aggiornamento tecnologico che sempre ha segnato la storia di Vespa. Del nuovo look celebrativo si veste anche Vespa GTS 300, la Vespa a scocca grande, la più sportiva e potente, eletta da tempo quale avanguardia tecnologica della famiglia Vespa.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultimi Articoli Gare