Ad Eicma abbiamo avuto modo di intervistare Paolo Gagliardo, CEO di Quadro Vehicles S.A, che ci ha parlato del nuovo XQooder

C: Come nasce l’XQooder?

Q: Nasce dalla passione per l’off road di un nostro dipendente che con il nostro Qooder fa regolarmente Off Road …

C: Cosa avete modificato rispetto al Qooder tradizionale?

Q: Abbiamo reso il Qooder molto più sportivo, alleggerendolo, rendendolo più reattivo e meglio protetto dagli urti contro sassi e pietre.

C: Ha sempre la particolarità di rimanere in piedi da solo?

Q: Ovvio! Il sistema di sospensioni è un nostro brevetto esclusivo ed è il cuore di tutti gli scooter Quadro. Permette una grande sicurezza di guida, anche perchè il Quadro non cade mai per terra! Al più si inclina da un lato, una sicurezza notevole

C: Tutto il progetto è vostro originale?

Q: Certamente! Non solo il brevetto delle sospensioni e l’estetica, ma anche la parte termica è da noi curata. In questo modo siamo sicuri di offrire un mezzo competitivo al 100%

C: Problema patenti, cosa serve per guidare un Quadro e l’XQooder in particolare?

Q: Basta una semplice patente B! Un qualsiasi automobilista può guidare un nostro scooter in assoluta tranquillità, piegando in curva come una moto, ma con molta sicurezza in più ed una grande facilità di guida.

C: Quale è il punto di forza dell’XQooder?

Q: L’essere innovativo, pratico, divertente. Si guida con la patente B, si usa per andare al lavoro, è protettivo e sicuro, poi il fine settimana si dà libero sfogo alla propria passione e non si hanno limiti, sia su strade asfaltate che off-road. In questo è un veicolo unico: il primo SUV-Scooter a quattro ruote!

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter