Continuano a stupire le attività dei ragazzi “bionici” della Onlus Di.Di.Diversamente Disabili capitanati dal vulcanico Emiliano Malagoli, fondatore di tutto il movimento, che al Motodays di Roma hanno annunciato grandi novità per la stagione 2018 attraverso la voce inconfondibile del giornalista sportivo Giovanni Di Pillo. Ad aprire l’appuntamento, i saluti dell’Ing. Pietro Piccinetti, amministratore unico di Fiera Roma che ha voluto complimentarsi personalmente con tutti i ragazzi presenti.

Si parte dal campionato italiano riservato a piloti con disabilità, che quest’anno si chiamerà OCTO Bridgestone Cup grazie alla partnership della Di.Di. con l’azienda OCTO Telematics, il primo provider globale nella fornitura di servizi telematici per il settore delle assicurazioni auto, già noto nell’ambiente del motociclismo per aver sponsorizzato negli anni passati il Team Ducati Pramac della MotoGP. A dare l’annuncio, lo stesso AD di Octo Telematics, Fabio Sbianchi, che si è dichiarato entusiasta di poter supportare una realtà come quella dei Di.Di. con la quale condividere la passione per lo sport, l’integrazione e la tecnologia applicate al mondo delle 2 ruote. Sul palco, anche Jimmy Ghione che ha voluto complimentarsi personalmente con tutti gli atleti presenti.

Oltre all’impegno nazionale, i piloti paralimpici del Team Di.Di. saranno impegnati nella 2° edizione dell’International Bridgestone Handy Race”, la coppa europea loro dedicata, che quest’anno vedrà il coinvolgimento di 11 nazioni e si svolgerà su tre, importantissime tappe: a Le Mans il 19/20 maggio, insieme alla MotoGP; al Mugello il 25/26 agosto per la Coppa FMI, e infine, la novità di quest’anno, il 29/30 settembre a Magny Cours insieme alla Superbike, il campionato del mondo dedicato alle moto di serie. Per quest’ultima tappa, un’altra importante novità: sposando appieno gli obiettivi di passione, sport e integrazione che questo progetto sta promuovendo a livello internazionale, l’intero studio di Mediaset ha dato la sua totale disponibilità a trasmettere la gara su Italia 2 con la telecronaca di Giulio Rangheri e Max Temporali. Grande soddisfazione per questo nuovo traguardo da parte di Claudio Comigni, Manager, Motorycle Products Sales Bridgestone Europe, South Region “I Di.Di. anno dopo anno continuano a stupirci. È innegabile che la loro energia stia contagiando il mondo delle due ruote, siamo orgogliosi di essere al loro fianco sin dagli esordi”.

Per le altre 2 tappe, grazie anche al supporto di Fiat Autonomy e Pakelo, sarà possibile seguire questa incredibile esperienza attraverso i social di Alberto Fontana “Naska”, grandissimo appassionato di gare e commentatore sportivo, che seguirà in modo inedito i ragazzi per documentarne le emozioni, le paure, la preparazione e l’intera organizzazione dei weekend di gara. Queste le parole di Alberto Novarin, Corporate Sales Executive di Pakelo “All’interno dell’azienda promuoviamo il brand Pakelo Heroes, e i Di.Di. rappresentano la massima espressione della nostra filosofia”.

Tra gli ospiti, anche Genesio Bevilacqua, Manager dell’Althea BMW Racing Team “Oltre al mio impegno in SBK, continuerò a supportare Emiliano Malagoli per questa stagione: il motociclismo paralimpico sta crescendo anche sotto il profilo sportivo, i piloti stanno dimostrando di essere competitivi in pista, e questo è un bel risultato”.

Spazio anche alla formazione con “Learn&Try”, i corsi di guida promossi dalla Onlus, supportati da BMW e

dalla MICAP Onlus. La loro particolarità è che sono dedicati a 360° a chi ha una invalidità fisica: disabili gli allievi, e disabili anche buona parte degli istruttori, e le moto sono adattate, con i comandi spostati in base alle diverse esigenze fisiche. Il primo appuntamento è fissato per venerdì 30 marzo al Circuito Tazio Nuvolari di Pavia.

La Onlus promette poi di intensificare gli incontri di prevenzione dedicati agli studenti delle scuole e i corsi per l’ottenimento della Patente A Speciale: Paolo Riccobono, responsabile delle attività di educazione stradale di ACI Roma con la quale l’associazione collabora da tempo, si è dichiarato molto soddisfatto dei traguardi raggiunti intenti a favorire il reintegro nella società di una persona disabile attraverso la mobilità su due ruote.

Altra novità di quest’anno, sarà il turismo: Di.Di. supporterà uno dei suoi piloti che ha deciso di lasciare i cordoli per dedicarsi al turismo. Luca Guerzoni, amputato al braccio destro, il 7 aprile partirà per affrontare un Tour che attraverserà 22 nazioni in 3 mesi e mezzo, per un totale di 25.000km, tra le strade più belle d’Europa. La partenza è prevista da Bologna, sarà possibile seguire il viaggio attraverso la pagina FB dedicata “407 GET grand european tour”

Infine è stato lanciato il nuovo sito dell’associazione, MotoPG.net (Moto Paralympic Games), sviluppato da MediaTools.net, che avrà il compito di supportare le competizioni sportive dedicate al motociclismo paralimpico, con un occhio attento alle tecnologie e allo sviluppo di protesi e ausili di guida che possano migliorare la vita quotidiana per chi ha una disabilità.

Neanche il tempo di tornare a casa, e i Di.Di. ripartiranno questo weekend alla volta del circuito francese di Le Mans, per i primi test ufficiali (il 19 e 20 marzo) in vista della gara del 20 maggio all’interno della MotoGP. Sarà possibile seguirli in questa nuova avventura attraverso la loro pagina FB https://www.facebook.com/DiversamenteDisabili/

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter