Quinto round dei Campionati Assoluti d'Italia Enduro in salita per TTR OFFICINE RIGAMONTI SHERCO ENDURO TEAM domenica 8 luglio a Bettola (PC).

La gara organizzata dal Moto Club Ponte dell'Olio si è articolata su un percorso di 45 km da ripetere quattro volte con tre diverse speciali a giro, per un totale di dodici prove cronometrate a cui aggiungere il Super Test prologo disputato nella serata di sabato davanti a diverse centinaia di spettatori ed appassionati.

Mirko Spandre è purtroppo stato costretto al ritiro dopo aver disputato tre speciali con buoni riscontri cronometrici a ridosso della top five della classe Junior. A tradire il pilota della squadra diretta da Thomas Gianotti è stato una banalissima sbucciatura a un cavo elettrico che ha tolto corrente alla moto. Rientrato al paddock e sostituito il cavo, per Spandre non c'è stato nulla da fare se non ritirarsi per il ritardo accumulato.

Gara all'attacco per Enrico Rinaldi nella Coppa Italia FMI 125 2T conclusa con la settima posizione. Rinaldi ha registrato un terzo, due quarti e un quinto miglior tempo, concludendo le restanti speciali sempre nella top ten.

MIRKO SPANDRE

Stavo andando abbastanza bene e anche il feeling con la moto era molto buono, ma la sfortuna ci ha messo lo zampino. Peccato: adesso continuiamo a lavorare per l'appuntamento Mondiale di fine agosto a Edolo”.

ENRICO RINALDI

Trovarmi su speciali dal fondo duro e sassoso come a Bettola non mi ha certo aiutato, in quanto preferisco terreni morbidi e bagnati. Ho dato il massimo, ma lavorerò ancora di più con Gianotti per i prossimi appuntamenti. Ringrazio tutta la squadra TTR OFFICINE RIGAMONTI SHERCO ENDURO TEAM”.

THOMAS GIANOTTI

Continuiamo con fiducia ad accumulare esperienza. A Bettola Spandre ha avuto sfortuna mentre stava facendo un buona gara: peccato perché aveva ritmo ed poteva puntare alla top five. Rinaldi ha avuto difficoltà con il terreno. Ringrazio ancora una volta tutti gli sponsor, i partner tecnici e lo staff della squadra per il grande impegno”.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter