Un insolito caldo sole d'autunno, temperature oltre i 20°, polvere, pietre, spettacolo e tanto pubblico. Questo il palcoscenico dell'ottavo ed ultimo Gran Premio del Campionato Mondiale EnduroGP, disputato a Rüdersdorf, in Germania, a circa 30 km nord est di Berlino.

Il percorso, composto da un Xtreme Test, un Cross Test e un Enduro Test da ripetere tre volte a giornata, è stato di circa 65 km. Inoltre, alle venti speciali disputate va aggiunto il Super Test del venerdì sera, davanti a circa cinquemila spettatori.

La formazione di TTR OFFICINE RIGAMONTI TEAM, guidata dal team manager Thomas Gianotti, si è presentata al via di questo appuntamento iridato deciso più che mai a confermare la crescita dei due giovani: lo Junior Under 23 della classe EJ2 Mirko Spandre e lo Youth Under 21 Enrico Rinaldi.

Obiettivo centrato, perchè Spandre ha chiuso nella classifica finale del Mondiale EJ2 con una nona posizione, mentre Rinaldi ha sfiorato la top ten concludendo dodicesimo nella classifica iridata della Youth.

Nelle due giornate di gara Spandre ha ottenuto una decima e dodicesima posizione, mentre Rinaldi, autore di buoni tempi sempre tra la settima e la decima posizione, ha concluso tredicesimo sabato e nono domenica.

MIRKO SPANDRE

È stato un weekend difficile e nonostante abbia dato sempre il massimo ho commesso degli errori. Mi sembra di andare forte e di avere anche un buon ritmo, purtroppo, però, i tempi non sono quelli che vorrei ottenere e questo mi porta a perdere la concentrazione”.

ENRICO RINALDI

Sabato non sono riuscito a fare bene per via di alcune scivolate. Domenica sono partito un po’ al rallentatore ma da metà gara ho migliorato i miei tempi. Sono contento della nona posizione e ringrazio la squadra e Thomas Gianotti di avermi fatto disputare questo mio primo Campionato Mondiale”.

THOMAS GIANOTTI

È stato un GP molto emozionante per TTR OFFICINE RIGAMONTI TEAM. Da una parte abbiamo vissuto la gioia della conferma della top ten di Spandre nella EJ2 e la crescita positiva di Rinaldi. Dall’altra, come appassionati di enduro, c'è purtroppo stato il rammarico del titolo iridato perso all'ultimo da Alex Salvini. I nostri giovani hanno risposto bene alla volontà di chiudere questo Mondiale con due risultati positivi nonostante le difficoltà del terreno. Desidero ringraziare TTR OFFICINE RIGAMONTI per averci supportato in questa nostra prima stagione di Mondiale. Un grazie anche a tutti i partner, gli sponsor tecnici, ai miei meccanici e al personale della squadra”.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter