Il giovane talento del Rally Jacopo Cerutti ha ufficializzato l’accordo raggiunto con il Team Solarys Racing. Jacopo sarà al via già della Dakar 2019 in sella a una Husqvarna 450 preparata dal team italiano, con il quale prenderà inoltre parte a tutto il Campionato Italiano Motorally e a gare internazionali selezionate come il Merzouga Rally.

Jacopo Cerutti prosegue così l’ormai lungo sodalizio con Husqvarna, che lo ha visto nel 2018 chiudere una delle più dure edizioni del Dakar Rally come migliore dei piloti italiani e successivamente vincere per la quarta volta il titolo italiano Motorally. Jacopo punta ora ad aumentare il suo già ricco palmarès con una stagione 2019 di nuovo ai vertici.

Anche in seno al nuovo team Cerutti continuerà a correre con una FE 450 in allestimento Rally, moto con la quale si è sempre trovato alla grande e la cui competitività gli ha permesso di esprimere appieno il suo talento, lanciandolo ancora molto giovane tra i talenti più in vista del mondo dei Rally. Jacopo affiancherà all'interno del team Solarys l'esperto e sempre velocissimo Maurizio Gerini, a sua volta fra i migliori italiani al Dakar Rally 2018 con un ventiduesimo posto finale.

L'esordio in gara di Jacopo con i colori Solarys Racing Husqvarna avverrà a Lima, Perù, domenica 6 gennaio 2019 in occasione dell'avvio del Dakar Rally 2019.

Jacopo Cerutti: “È per me di grande importanza poter lavorare a stretto contatto con un team italiano. Abbiamo molta fiducia reciproca e speriamo di poter fare grandi risultati insieme. Sarà molto più facile anche come logistica poter affrontare tutta la stagione con un solo team, quindi potrò concentrarmi meglio sui miei allenamenti. In questo momento sono in Tunisia per una settimana di allenamento con la moto da Rally, che sarà fondamentale per prendere le misure in vista della prossima Dakar. E presto potrò annunciare importanti novità anche per quanto riguarda l’abbigliamento gara. Grazie a tutti per il sostegno e il tifo!”

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter