L’Honda Africa Twin 1000 sta riscuotendo un notevole successo, ma non è una moto scevra da difetti e problemi, vediamoli, sia per la versione “base” che “DCT”.

Veri problemi non sussistono, se pure il cambio nella versione “DCT” non risulta veloce e, soprattutto nei primi modelli, non funziona sempre come si vorrebbe, così che è facile dover intervenire manualmente per scegliere la marcia migliore.

Inoltre, sempre il cambio DCT, risulta spesso rumoroso e la frizione ha una durata breve.

Anche la versione con cambio normale può avere problemi alla frizione, non solo ai dischi ma anche al cestello della frizione stessa.

Altro problema è l’assemblaggio della carrozzeria, difficile da smontare, poco pratica e facile a rompersi nei sui incastri.

Veniamo poi ai difetti, noti sin dai primi modelli e mai risolti.

L’impianto di scarico è facile ad ossidarsi, così come la bulloneria; i cerchi non sono tubeless e la loro eventuale sostituzione o trasformazione è costosa.

Da segnalare che il cerchio anteriore è privo di bordino anti stallonamento, quindi in caso di foratura sarà molto facile per il copertone uscire dal cerchio, con totale perdita di controllo del mezzo.

Il peso è elevato e posto in alto, questo non rende facile manovrare la moto da fermo.

Difficile e laboriosa risulta la manutenzione ordinaria, per esempio per controllare il gioco delle valvole va smontata quasi tutta la moto.

Al momento non abbiamo rilevato altri difetti o problemi.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterInstagram YouTube