masthead

Moto Guzzi V7 3 2020 cosa è cambiato

 eicma 2019 foto novità moto guzzi 2020 (5)

 

Qui il link per accedere direttamente alla galleria fotografica.

Vai a EICMA 2019 Foto

Nel 2020 la famiglia V7 3 si rinnova con l’introduzione di due novità: l’essenziale V7 3 Stone, già disponibile nella variante “Night Pack”, con fanaleria full LED e dettagli stilistici specifici, si arricchisce di una nuova versione speciale dal look più sportivo, V7 3 Stone S, realizzata in soli 750 esemplari numerati.

Mentre rimangono invariate le già note V7 3 Special e V7 3 Rough, l’altra novità è rappresentata da V7 3 Racer 10th Anniversary, che celebra i dieci anni dal primo modello della Cafè Racer dell’Aquila adottando un nuovo cupolino e la fanaleria full LED.

La “settemezzo” di Mandello ha dimostrato di essere un’ottima base di partenza per progetti di personalizzazione. Il catalogo accessori originali Moto Guzzi dedicato a V7 3 è composto da oltre 80 parti ed è oggetto di un ampliamento continuo: V7 3 si presta quindi a un’infinita varietà di interpretazioni, per creare la propria special su misura, come un abito sartoriale.

 

 

 

Non è cambiato invece il serbatoio in metallo, dalla eccellente capacità di 21 litri e dallo stile come sempre ispirato a quello della magnifica V7 Sport del 1971. Ulteriori elementi di stile ricercato riguardano i copri iniettori e i fianchetti laterali dalle forme slanciate. Ognuna delle V7 3 ha una sella dedicata dalle grafiche e rivestimenti inediti. V7 3 Stone e Rough adottano una strumentazione a singolo quadrante circolare, coerentemente con la loro immagine di motociclette essenziali. Invece le versioni Special e Racer dispongono di un secondo quadrante circolare per il contagiri. La scala del tachimetro è analogica, mentre tutte le altre informazioni sono racchiuse nel riquadro digitale: odometro, trip parziale e daily trip (si azzera automaticamente dopo otto ore dall’ultimo spegnimento), tempo del trip, consumo istantaneo e medio, orologio, temperatura dell’aria, velocità media, livello del MGCT (controllo di trazione), oltre all’indicatore della marcia inserita e di cambiata, il cui valore di giri minimo e massimo è regolabile dall’utente. In questo modo si può tenere sotto controllo un range predeterminato di giri del motore, ad esempio per effettuare al meglio il rodaggio, o per ridurre al minimo i consumi di carburante. L’interazione con la strumentazione è possibile attraverso il pulsante presente nel blocchetto elettrico destro. Nel ricco catalogo di accessori dedicati è presente anche MOTO GUZZI MIA, la piattaforma multimediale di Moto Guzzi che collega lo smartphone al veicolo fornendo una quantità eccezionale di informazioni utili al viaggio.

FacebookTwitter
X

Right Click

No right click