Mirko Spandre porta in gara la Sherco 450 SEF Factory del Team TTR Officine Rigamonti.

Dalla Sherco di serie inizia una accurata elaborazione, che lascia inalterato il telaio ma viene elaborata la forcella da Dal Soggio e nuovo è l’ammortizzatore posteriore WP.

Nuovi anche i cerchi ed i mozzi, molto più robusti di quelli di serie, insieme a loro giungono anche i nuovi dischi freno NG.

Sono aggiunte, poi, le immancabili protezioni laterali del telaio e una nuova protezione sotto il carter motore; poi nuove pedane maggiorate, piastra di sterzo, manubrio e traversino manubrio regolabile nella sua rigidità.

Ovviamente l’impianto elettrico viene semplificato, mentre nuovo è il rivestimento della sella.

Il motore viene completamente rivisto ed elaborato. Qui il proprietario del team Thomas Giannotti, rimane molto riservato, affermando che il motore viene accuratamente elaborato nel rispetto del regolamento, ma preferisce non aggiungere altro, se non che il motore è molto affidabile e non dà problemi.

Nuovo anche l’impianto di scarico e il filtro aria a sgancio rapido. Non manca, poi, il tappo del radiatore con sfiato a 1.8bar.

La preparazione vede anche una serie di tappi e viti in ergal e le varie legature di sicurezza.

Una moto molto elaborata, bella e di ottime prestazioni.

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter