La BMW S 1000 XR è l’unica vera concorrente della Ducati Multistrada.

Una moto che ha una propria schiera di estimatori, non un prodotto di massa, ma motociclisti appassionati e competenti che l’hanno scelta per le sue indubbie qualità. Pochi giungono dal GS, più facile che arrivino dalle suspersportive. D’altro canto una delle frasi più ricorrenti dei suoi possessori è: “non ho comprato una moto ma un aereo!”

Tra i pregi di certo le prestazioni, la qualità complessiva, la frenata, il comfort di marcia, l’ottima possibilità di carico, la possibilità di personalizzazione, la facilità di guida, poter andare a 30km/h in sesta e poi spalancare il gas e ritrovarsi subito ad oltre 200km/h ...

Veniamo ora agli aspetti che convincono meno i suoi possessori.

L’impianto di scarico viene giudicato negativamente da tutti per la sua estetica e per il suo andamento rettilineo e quasi parallelo al terreno, staccato dal resto della moto. In molti lo sostituiscono se pure nessuno riesce a dargli una inclinazione in alto come si desidererebbe da una moto sportiva.

In realtà il suo profilo si rende necessario per poter adottare le valigie laterali BMW, giudicate da tutti ottime e di grande capienza. In molti adottano quelle più piccole della precedente BMW K 1300 S e della gamma F 800 GT, più piccole ma sempre sufficiente per un weekend in coppia.

Altri difetti non ci sono.

A livello di problemi tecnici la moto si dimostra molto affidabile, in molti non lamentano alcun problema, se pure non mancano gli inconvenienti.

Sugli ultimi modelli, qualche possessore ha dovuto sostituire più volte la pompa dell’acqua del circuito di raffreddamento, mentre si segnala una certa difficoltà ad avviare il motore a caldo.

Nel primo caso, si è risolto sostituendo la pompa dell’acqua, nel secondo sostituendo il regolatore di tensione.

Altri utenti hanno lamentato un mal funzionamento dei blocchetti elettrici, prontamente sostituiti.

Ancora si segnalano problemi di tenuta dei paraoli della forcella, risolto con la diretta sostituzione della forcella, e dell’ammortizzatore, anche in questo caso il problema è stato risolto sostituendo il componente.

Ancora in casi realmente unici si è lamentata una notevole rumorosità alla distribuzione, eliminata con la sostituzione degli alberi a cammes, valvole, bicchierini valvole, catena distribuzione e tendi catena distribuzione ...

Ancora più grave il caso di un motore rotto, anche in questo caso prontamente sostituito.

A fronte di queste problematiche, comunque, la quasi totalità dei possessori della BMW S 1000 XR ha percorso anche oltre 50mila km senza alcun inconveniente.

Quasi tutti attendono l’uscita del nuovo modello per fare l’up-grade ... Per il 2019 sono stati delusi, tutti sperano nella nuova gamma moto BMW 2020 di vedere una nuova XR con il nuovo motore a fasatura variabile ...

Se avete altri inconvenienti da segnalarci scrivete pure a:

info (at) crazywheels.it

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter