Per Italtrans Racing Team un’altra domenica tra luci e ombre quella del Gran Premi de Catalunya, settimo round del Campionato del Mondo MotoGP.

In un fine settimana non semplice con forte caldo e alte temperature, Andrea Locatelli ha avuto difficoltà ha trovare il giusto feeling nelle sessioni di prove, ma in gara è stato autore di una bellissima performance. Scattato dalla sesta fila con il 16° miglior tempo in qualifica, il pilota bergamasco di Italtrans Racing Team ha corso un GP tutto in rimonta: bravissimo a mantenere un ritmo alto, nella seconda parte è riuscito a scalare la classifica sino ad arrivare 9°, chiudendo infine 11° ad un passo dalla top ten al termine di una bella sfida con Lecuona e Corsi.

Ancora una domenica sfortunata per Mattia Pasini, che purtroppo registra il terzo zero in classifica a seguito di una caduta alla curva 4 a soli otto giri dalla bandiera a scacchi. Il riminese ha riscontrato un problema al cambio durante il giro di allineamento e, nonostante una seconda parte di gara tutta all’attacco, è uscito dai giochi proprio mentre stava cercando di andare a prendere il gruppo di testa.

Il prossimo appuntamento è il Gran Premio d’Olanda, in programma il 1 luglio ad Assen.

MATTIA PASINI #54, nc

Purtroppo nel giro di allineamento ho avuto un problema con il cambio: ho provato a spegnere e riaccendere la moto, ma non sono riuscito a risolverlo. Sono partito con qualche difficoltà, ma avevo un buon passo e potevo lottare per il podio. Poi alla curva 4 mi è entrata la folle e sono finito a terra. La fortuna non è dalla nostra parte in queste gare. Peccato perché avevamo lavorato bene tutto il weekend: le Ktm e la Speed Up avevano un gran ritmo, ma anche noi eravamo competitivi e stavo lottando con i leader del campionato. Adesso è necessario fare un bel reset e sperare che la fortuna torni un po’ dalla nostra”.

ANDREA LOCATELLI #5, 11°

È stato un weekend difficile, ma abbiamo lavorato molto e siamo riusciti a portare a casa qualche soddisfazione e soprattutto ancora qualche punto. Purtroppo nei primi giri sono rimasto indietro e ho dovuto recuperare posizioni, ma se fossi partito più avanti avrei fatto una gara più concreta. Abbiamo raccolto altra importante esperienza e continuiamo a lavorare fiduciosi per il prossimo appuntamento”.

GIOVANNI SANDI, CAPOTECNICO

Avevamo tutte le carte in regola per fare bene e lottare per il podio, ma ancora una volta siamo stati sfortunati. Ora ci rimetteremo al lavoro sperando di riuscire a superare questo momento sfortunato, per portare a casa un risultato alla nostra portata”.

FRANCO BRUGNARA, CAPOTECNICO

Quella di oggi era una gara difficile con condizioni estreme, ma siamo riusciti a concluderla bene portando a casa dei buoni punti. Sono confidente che continueremo a migliorare per entrare nella top ten”.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter