masthead

I Trofei Motoestate lanciano la stagione 2020 all’insegna della continuità.

Due giorni di gara, sabato e domenica, cinque appuntamenti in programma e tutte le categorie dello scorso anno confermate: Minigp, 125 sp, Moto4, 250 sp, Supermono, 300 ss, 600 open e stk, 1000 open e stk, Race Attack 600 e 1000. Il weekend verrà articolato con prove libere, facoltative, il sabato mattina e poi dal pomeriggio il via alle prove ufficiali, mentre domenica spazio alle qualifiche finali e alle gare.

Sul piano della visibilità del trofeo, anche in questo caso, tutto confermato con la distribuzione delle sintesi di gara di ogni round, della durata di 24 minuti a puntata, due episodi per ogni evento, a oltre diciotto emittenti locali e Automototv, canale 228 di Sky.

Per la parte sportiva, a completare l’intenso programma del weekend anche la categoria CRV, campionato regionale piemontese presente in tutti i round, e la BDB, Battaglia dei Bicilindrici, aperta alle moto a 2 cilindri che saranno presenti in tre round.

Particolare attenzione viene posta alle categorie riservate ai giovani, MiniGp, Moto4 e Kawasaki Ninja 400. sono nate nel 2018 per creare una filiera di giovani piloti che dal Motoestate possono partire con costi bassi, per poi dirigersi verso le categorie maggiori. Lo scopo è quello di rinfoltire il vivaio giovanile e rendere le formule appetibili, come accadeva negli anni 90 quando l’Italia forgiava i futuri campioni. Formule dunque alla portata di tutti che possono diventare un’opportunità per il futuro. In tal senso è nato il Challenge Kawasaki Ninja Go Eleven, che si corre all’interno della 300. Piloti con moto uguali e per il vincitore la possibilità di correre l’ultima prova del campionato del mondo ss300.

Oltre alle categorie menzionate, al via la 125 sp, che negli anni ha raccolto favori e diversi giovani ragazzi hanno mosso i primi passi in sella alle mitiche 2 tempi. Una classe che vede al via le moto che hanno segnato un’epoca e ancora oggi molto educative per imparare i segreti della guida in pista. A ciò si aggiunge una formula economica ideale anche in questo caso per divertirsi nelle corse.

La 600 Open e la 1000 Open sono le regine della serie: regolamento Open e grande battaglia in pista tra i piloti che nel 2019 hanno regalato una stagione da cardiopalma. Oltre alle classi Open anche 600 e 1000 Stk che si corrono con regolamento stock e monogomma Dunlop D213, gomma dalle altre prestazioni e durata.

A completare le categorie MES, la Race Attack suddivisa in 600 e 1000. La Race Attack negli anni si è ritagliata il suo spazio importante, grazie a una formula di gara concentrata nella giornata di domenica, con due qualifiche in mattinata, e due manche di gara nel pomeriggio. È considerata il trait d’union tra prove libere e gare, grazie appunto al format e a costi contenuti. Si corre in regime di monogomma Dunlop D212 e come nelle altre categorie, con un massimo,4, di pneumatici da utilizzare tra prove e gare.

Il calendario prevede cinque prove, mentre per 600 Open/Stk- 1000 Open/Stk, 300 SS le gare in programma saranno sei, con una doppia gara in uno dei cinque appuntamenti. L’apertura del trofeo è prevista il 9- 10 maggio a Cervesina, a seguire 30- 31 maggio Varano, 18- 19 luglio Adria, 12- 13 settembre Varano e gran finale il 10-11 ottobre a Cervesina, che aprirà e chiuderà il torneo.

X

Right Click

No right click