masthead

BMW R 1250 RS opinioni pareri difetti

BMW R1250RS lancio

Con quasi un anno di ritardo è finalmente arrivata la nuova R 1250 RS 2020, una moto attesa da molti, se pure rimane il “brutto anatroccolo” se non altro per le sue vendite.

La qualità generale della moto ha sempre uno standard molto elevato e la sua evoluzione ha seguito quella del GS e della R, che per primi sono arrivati sul mercato con il nuovo motore a fasatura variabile, le nuove sospensioni, strumentazione ed i vari ritocchi estetici al frontale che ora avvicinano la RS al frontale della S1000RR.

In molti hanno apprezzato la nuova strumentazione, completissima, la gestione elettronica del motore e delle sospensioni, prevista però solo tra gli innumerevoli optionals, così come l’evoluzione del motore che ha reso il boxer ancora più regolare in basso e con un maggiore allungo in alto.

Tra i difetti, il prezzo, certamente non alla portata di tutti e poi in diversi hanno segnalato che si potevano creare delle nuove valigie laterali con attacchi a scomparsa, come sul GS, e non con i telaietti tradizionali.

Alla fine però l’evoluzione, pur senza stravolgere il progetto, ha cercato di andare incontro a chi chiedeva un motore più vivace e con prestazioni più intonate ad una sport touring che ad una turistica.

Rimane una moto di nicchia, la più turistica tra le sport touring, la più costosa e la più esclusiva, l’unica con il cardano, fino ad oggi non ha avuto il successo che meritava, almeno dal punto di vista tecnico, vedremo se la nuova versione riuscirà ad invertire la tendenza.

 

X

Right Click

No right click