newsenduro

  • Alex salvini enduro moto honda crf 2019 foto

  • Andrea Verona enduro moto TM EN 250 EFI 2019 foto

  • Bred Freeman enduro moto beta rr 250 2019 foto

  • Campionato Italiano Enduro moto 2019 foto gallery

  • Campionato Italiano Enduro moto Beta RR 125 2T di Pavoni Matteo Team Boano analisi tecnica

    beta 125 pavoni matteo (1)

    Vai alla foto gallery

    https://www.crazywheels.it/foto-gallery/category/196-pavoni-matteo-enduro-moto-beta-rr-125-2019.html

    Il team Boano corre con le Beta e cura la moto di Pavoni Matteo, vediamo come è fatta e come è personalizzata.

  • Campionato Italiano Enduro moto Honda CRF 250 di Thomas Oldrati Team Red Moto analisi tecnica

  • Campionato Italiano Enduro moto Honda CRF 450 di Alex Salvini Team Sembenini analisi tecnica

  • Campionato Italiano Enduro moto Honda CRF 450 di Christophe Charlier Team Red Moto analisi tecnica


  • Prenderà il via da Grazzano Visconti, in provincia di Piacenza, l'edizione 2019 del Campionato italiano FMI Gruppo 5 dedicato alla Regolarità d'Epoca.

    Sette le gare della stagione con un doppio appuntamento che quest'anno si correrà a Corleone, in provincia di Palermo, in Sicilia.

    Le altre gare saranno appunto il 30 e 31 marzo a Grazzano Visconti, con l'organizzazione del Moto Club Vigolzone, affiancato da Enduro Republic, il 14 aprile a Vesime (Asti) con il Moto Club Acqui Terme, il 28 maggio a Pasturo (Lc) con il Moto Club Grigna Valsassina, a Corleone il 18 e 19 maggio con il Moto Club Regolarità 70, a Val Fornace nelle Marche il 30 giugno con il MC Amatori Sibillini e infine in Toscana, con la AMC Garfagnana che accoglierà le finalissime del Campionato il 22 settembre a Piazza al Serchio (Lu).

    Il calendario è intenso ed interessante e la prima prova di Grazzano Visconti avrà validità anche per il Campionato Europeo che si svolgerà in questo 2019 su un totale di tre gare anche se potrebbe inserirsi un quarto appuntamento nel calendario.

    I piloti che hanno richiesto il numero di gara per questa stagione sono davvero tantissimi: un numero record che ha fatto superare le 530 richieste e alla gara di Grazzano si sta già registrando il tutto esaurito. Una bella soddisfazione per gli organizzatori che hanno messo in piedi una gara di altissimo livello che entrerà nel vivo già nel pomeriggio di sabato 30 marzo con una suggestiva prova di accelerazione a ridosso del centro dello splendido paesino medievale.

    Quest'anno le due tradizionali prove speciali assumeranno una nuova denominazione: Labeca Cross Test sarà infatti il nome ufficiale della prova speciale fettucciata in ogni gara 2019 grazie alla partnership con l'azienda produttrice di Prosecco di Angelo Bisol di Guia di Valdobbiadene (Tv). Grazie al loro interessamento verranno introdotti nuovi premi nell'ambito della gara come

    per esempio, quello riservato al pilota in assoluto più veloce della giornata sul fettucciato. La prova in linea invece si trasformerà in MxLine Enduro Test e in questo caso è la nota azienda di abbigliamento sportivo che ha scelto di affiancare il Gruppo 5. Entrambe le Aziende sono entrate a far parte del paddock della Regolarità d'Epoca e sarà possibile usufruire dei loro prodotti nel corso della gara con un interessante sconto nel caso dell'abbigliamento MxLine.

    Si anima dunque, il paddock e soprattutto la zona riservata alle operazioni preliminari del Gruppo 5 che aprirà i battenti come sempre nel primo pomeriggio di sabato pomeriggio ad eccezione della prova di due giorni e del primo appuntamento di Grazzano. In quel caso infatti il paddock aprirà venerdì 29 marzo alle 19 mentre le operazioni di verifica saranno accessibili già dalla mattinata con orario compreso dalle 9 alle 16 ora in cui il Track Inspector Stefano Passeri terrà il suo primo briefing della stagione 2019.

     

  • Christophe Charlier enduro moto honda crf 2019 foto

  • Daniel McCanney enduro moto TM EN 300 2019 foto


  • Con la prima prova di Italiano del week end scorso, é partita la stagione 2019 per il Team Sherco CH Racing! 2019 che per noi è anche il 30simo anno di partecipazione ininterrotta al mondiale enduro, ovvero dalla sua nascita, unico Team ad aver raggiunto questo traguardo ! Oltre al traguardo di essere invecchiati di brutto!

    Tutto nuovo o quasi, col debutto tra i "grandi" del campione mondiale junior Matteo Cavallo, e che debutto!!! Day one, primo di classe, 4° assoluto e primo degli italiani!!! Quasi impossibile fare meglio, anzi, senza la prima linea annullata per "casini" di tempi...... conti alla mano poteva ancora andare meglio.... pazienza.

    Domenica la troppa foga ed una partenza un po' rallenty, hanno permesso a Matteo di fare comunque una bella gara, ma non come quella di sabato. Pur sempre un buon risultato, calcolando il rodaggio di tutti.

    Ottima prova per il francese Theo Espinasse, che si è misurato ed ha vinto il confronto diretto con i rivali del mondiale Junior...... per cui più che soddisfatti!!

    Supercontenti delle moto, hanno solo consumato gomme e benzina, nessun sussulto.

    Fra tre settimane il mondiale in Germania, con tutti i nostri "ragazzotti" presenti. Per il 2019, in accordo con Sherco, abbiamo attuato una politica di "giovani", con l'intento di costruirci in casa i campioni di domani.

    Ci vediamo a Dahlen.

    Fabrizio Azzalin

    Team Manager

    Photo Credits: Dario Agrati

     


  • Con la prima prova di Italiano del week end scorso, é partita la stagione 2019 per il Team Sherco CH Racing! 2019 che per noi è anche il 30simo anno di partecipazione ininterrotta al mondiale enduro, ovvero dalla sua nascita, unico Team ad aver raggiunto questo traguardo ! Oltre al traguardo di essere invecchiati di brutto!

    Tutto nuovo o quasi, col debutto tra i "grandi" del campione mondiale junior Matteo Cavallo, e che debutto!!! Day one, primo di classe, 4° assoluto e primo degli italiani!!! Quasi impossibile fare meglio, anzi, senza la prima linea annullata per "casini" di tempi...... conti alla mano poteva ancora andare meglio.... pazienza.

    Domenica la troppa foga ed una partenza un po' rallenty, hanno permesso a Matteo di fare comunque una bella gara, ma non come quella di sabato. Pur sempre un buon risultato, calcolando il rodaggio di tutti.

    Ottima prova per il francese Theo Espinasse, che si è misurato ed ha vinto il confronto diretto con i rivali del mondiale Junior...... per cui più che soddisfatti!!

    Supercontenti delle moto, hanno solo consumato gomme e benzina, nessun sussulto.

    Fra tre settimane il mondiale in Germania, con tutti i nostri "ragazzotti" presenti. Per il 2019, in accordo con Sherco, abbiamo attuato una politica di "giovani", con l'intento di costruirci in casa i campioni di domani.

    Ci vediamo a Dahlen.

    Fabrizio Azzalin

    Team Manager

    Photo Credits: Dario Agrati

     

  • Dopo il grave incidente subito, Mathias BELLINO torna nella stagione 2019 come Team Manager del Team Honda ORC con Alexis BEAUD(Junior2) e Antoine CRIQ(Junior1).

    Mathias BELLINO: "Dopo il mio incidente ero desideroso di continuare la mia carriera nel World Enduro - un posto dove ho costruito la mia vita. Quando Yves RODES mi ha offerto il lavoro di Team Manager non ho esitato ad accettare, e ora abbiamo dei piloti che penso abbiano un potenziale reale e ho intenzione di aiutarli a evolversi e crescere nel corso delle gare. Ovviamente avremo l'umiltà di non puntare troppo in alto in un campionato dove la maggior parte delle squadre sono già avanti, Alexis e Antoine dovranno abituarsi al ritmo del Campionato del Mondo, ma speriamo di vederli nella Top 5 delle loro categorie, che sarebbe un ottimo punto di partenza quest'anno. Mi piacerebbe ringraziare tutti i partner del team per il loro coinvolgimento e aiuto, la loro presenza è una vera risorsa in questa sfida che rappresenta la mia nuova vita, e per questo sono molto grato a loro, faremo del nostro meglio per renderli orgogliosi ".

    Photo Credits: Julian Suau


  • Una stagione che si prospetta ricca di emozioni.

    Sabato 2 e domenica 3 marzo ha ufficialmente preso il via la stagione 2019 dell’enduro tricolore con una due giorni tutta da incorniciare. Teatro della prova di apertura è stata la cittadina di Gioia dei Marsi (AQ), sugli Appennini del centro Italia, al confine tra l’Abruzzo e il Lazio.

    Arrivato a questa prova con i migliori presupposti e con la consapevolezza di poter essere tra i grandi protagonisti, Honda Racing RedMoto World Enduro Team ha vissuto due intense giornate di gara raccogliendo importanti risultati.

    Nella classe 250 4T straordinaria prova di Thomas Oldrati: dopo aver concluso la prima giornata di gara in seconda posizione ad un passo da Cavallo per qualche errore nel Cross test, domenica ha fatto sua una bellissima vittoria. Ma non è tutto, perché Oldrati ha anche ottenuto due fantastiche top ten della classifica Assoluta con l’ottava posizione del sabato, ma soprattutto la quinta della domenica. Un successo voluto, meritato, sognato, che apre le danze ad una stagione che si prospetta davvero emozionante.

    Nella classifica riservata agli stranieri, invece, Christophe Charlier ha costantemente lottato per il podio chiudendo entrambe le giornate di gara in quarta posizione e facendo sue anche la quinta e la sesta piazza dell’Assoluta.

    Carica di questi ottimi risultati e consapevole di poter dare il massimo anche nel Mondiale, la squadra si prepara ora per il GP di Germania, in programma il weekend del 23-24 marzo a Dahlen.

    Thomas Oldrati #22

    CRF 250RX Enduro

    È solo un mese che riesco ad allenarmi bene dopo un inverno un po’ particolare tra tendinite e lussazione alla spalla. Con la moto nuova c’è sempre un po’ di ansia, ma questa prima gara tricolore è andata veramente bene. Peccato per il cross test che è sempre un po’ il mio tallone d’Achille, ma nelle altre ero veloce e ho spinto forte. Sono molto contento della vittoria perché l’anno scorso non c’ero riuscito e anche del risultato nell’assoluta. Grazie a tutto il team e alle Fiamme Oro”.

    Matteo Boffelli

    Team Manager

    Siamo contenti di come siamo partiti. Thomas ha conquistato due straordinari podi e anche Christophe ha dimostrato di poter essere grandi protagonisti di questa stagione. C’è la velocità, la concentrazione, la guida. Siamo nelle prime posizioni anche dell’Assoluta e questo è molto importante. Abbiamo lavorato bene durante l’inverno e questo è il giusto frutto del nostro impegno”.

    Tullio Pellegrinelli

    Coordinatore tecnico

    Campionato tutto da scoprire con tante sfide! Charlier è andato forte e si è giocato il podio sia di classe che dell’assoluta: peccato per un paio di errori in entrambe le giornate di gara. Thomas è stato velocissimo: è andato forte nella linea e nell’estrema, portando a casa una bellissima vittoria. Siamo in forma per affrontare anche la sfida Mondiale”.

    Honda Racing RedMoto World Enduro Team

    Press Office

     


  • Una stagione che si prospetta ricca di emozioni.

    Sabato 2 e domenica 3 marzo ha ufficialmente preso il via la stagione 2019 dell’enduro tricolore con una due giorni tutta da incorniciare. Teatro della prova di apertura è stata la cittadina di Gioia dei Marsi (AQ), sugli Appennini del centro Italia, al confine tra l’Abruzzo e il Lazio.

    Arrivato a questa prova con i migliori presupposti e con la consapevolezza di poter essere tra i grandi protagonisti, Honda Racing RedMoto World Enduro Team ha vissuto due intense giornate di gara raccogliendo importanti risultati.

    Nella classe 250 4T straordinaria prova di Thomas Oldrati: dopo aver concluso la prima giornata di gara in seconda posizione ad un passo da Cavallo per qualche errore nel Cross test, domenica ha fatto sua una bellissima vittoria. Ma non è tutto, perché Oldrati ha anche ottenuto due fantastiche top ten della classifica Assoluta con l’ottava posizione del sabato, ma soprattutto la quinta della domenica. Un successo voluto, meritato, sognato, che apre le danze ad una stagione che si prospetta davvero emozionante.

    Nella classifica riservata agli stranieri, invece, Christophe Charlier ha costantemente lottato per il podio chiudendo entrambe le giornate di gara in quarta posizione e facendo sue anche la quinta e la sesta piazza dell’Assoluta.

    Carica di questi ottimi risultati e consapevole di poter dare il massimo anche nel Mondiale, la squadra si prepara ora per il GP di Germania, in programma il weekend del 23-24 marzo a Dahlen.

    Thomas Oldrati #22

    CRF 250RX Enduro

    È solo un mese che riesco ad allenarmi bene dopo un inverno un po’ particolare tra tendinite e lussazione alla spalla. Con la moto nuova c’è sempre un po’ di ansia, ma questa prima gara tricolore è andata veramente bene. Peccato per il cross test che è sempre un po’ il mio tallone d’Achille, ma nelle altre ero veloce e ho spinto forte. Sono molto contento della vittoria perché l’anno scorso non c’ero riuscito e anche del risultato nell’assoluta. Grazie a tutto il team e alle Fiamme Oro”.

    Matteo Boffelli

    Team Manager

    Siamo contenti di come siamo partiti. Thomas ha conquistato due straordinari podi e anche Christophe ha dimostrato di poter essere grandi protagonisti di questa stagione. C’è la velocità, la concentrazione, la guida. Siamo nelle prime posizioni anche dell’Assoluta e questo è molto importante. Abbiamo lavorato bene durante l’inverno e questo è il giusto frutto del nostro impegno”.

    Tullio Pellegrinelli

    Coordinatore tecnico

    Campionato tutto da scoprire con tante sfide! Charlier è andato forte e si è giocato il podio sia di classe che dell’assoluta: peccato per un paio di errori in entrambe le giornate di gara. Thomas è stato velocissimo: è andato forte nella linea e nell’estrema, portando a casa una bellissima vittoria. Siamo in forma per affrontare anche la sfida Mondiale”.

    Honda Racing RedMoto World Enduro Team

    Press Office

     


  • L' apertura degli Assoluti d'Italia 2019 è toccata al Motoclub Sirente. La gara ha preso il via da Gioia dei Marsi, piccola cittadina nell'entroterra Abruzzese. La conformazione del terreno, duro e pietroso, ed un giro di gara con poco asfalto, hanno reso la gara impegnativa. Undici prove cronometrate il sabato e nove la domenica hanno decretato i vincitori di questo primo appuntamento. Chi ha stupito più di tutti è sicuramente stato Philippaerts che, nel suo nuovo doppio ruolo di manager dei piloti del Team e pilota, ha portato a casa una doppietta nella classe E3 300cc. Una gara perfetta con pochi errori e molta determinazione.

    Deny: " Sono veramente contento!! Mi sono allenato meno del solito visto i vari impegni del Team, ma sono arrivato sereno e fiducioso di poter far bene e alla fine torno a casa con una doppietta!! Ora torno al mio nuovo ruolo in vista del Mondiale!! Ci vediamo alla prossima gara di Assoluti!! Grazie a tutti per il continuo supporto".

    Doppia vittoria anche per Matteo Pavoni al debutto con la piccola RR 125. Matteo ha corso una grande gara realizzando ottimo tempi che lo avrebbero visto vincente, la domenica, anche nella classe Junior.

    Matteo: "Un buon inizio anche se in vista del Mondiale bisogna ancora lavorare per essere veramente pronti. Sono contento della moto e del lavoro fatto insieme al Team. Ci vediamo in Germania per l'apertura Mondiale!!"

    Debutto positivo a metà per Macoritto. Sabato una caduta sul trasferimento gli ha fatto prendere 1 minuto di penalità al controllo orario che lo ha fatto retrocedere in classifica. Domenica dopo una partenza in salita ha chiuso con un buon terzo posto nella Junior.

    Lorenzo: "Week end difficile. Sabato sono caduto in trasferimento e ho preso un minuto di penalità che mi ha deconcentrato tutto il giorno. Domenica sono partito commettendo alcuni errori ma a fine giornata sono riuscito a recuperare fino al terzo posto. Ora tre settimane di lavoro in vista del debutto al Mondiale."

    "Buona la prima", possiamo dire per Marini che ha chiuso con due Top 10 nella junior il suo debutto nell'enduro.

    Thomas: " E' stata dura, ma sono contento di essermela cavata abbastanza bene anche nella prova estrema che era molto impegnativa".

    Week end non dei migliori per Freeman alle prese con i postumi di una forte influenza che non gli ha permesso di allenarsi nelle ultime tre settimane.

    Jarno: " Ufficialmente la stagione è ricominciata. Debutto positivo, anche se so che tutti possono fare meglio. Brad purtroppo è arrivato alla gara dopo tre settimane di stop. causa una forte influenza. Macoritto e Pavoni hanno pagato un pò l'agitazione del debutto. Marini penso che in vita sua non avesse mai visto tutti quei sassi ed è stato bravo. Però i miei complimenti questa volta vanno a Deny che ha portato a casa una grande doppietta. Diviso tra la gestione dei piloti ed i loro allenamenti ha dimostrato che chi non molla mai alla fine arriva!! Ora, tra tre settimane, ci aspetta il debutto del Mondiale dove faremo del nostro meglio per farci trovare pronti!!"

    Boano Racing Sport a.s.d

     


  • L' apertura degli Assoluti d'Italia 2019 è toccata al Motoclub Sirente. La gara ha preso il via da Gioia dei Marsi, piccola cittadina nell'entroterra Abruzzese. La conformazione del terreno, duro e pietroso, ed un giro di gara con poco asfalto, hanno reso la gara impegnativa. Undici prove cronometrate il sabato e nove la domenica hanno decretato i vincitori di questo primo appuntamento. Chi ha stupito più di tutti è sicuramente stato Philippaerts che, nel suo nuovo doppio ruolo di manager dei piloti del Team e pilota, ha portato a casa una doppietta nella classe E3 300cc. Una gara perfetta con pochi errori e molta determinazione.

    Deny: " Sono veramente contento!! Mi sono allenato meno del solito visto i vari impegni del Team, ma sono arrivato sereno e fiducioso di poter far bene e alla fine torno a casa con una doppietta!! Ora torno al mio nuovo ruolo in vista del Mondiale!! Ci vediamo alla prossima gara di Assoluti!! Grazie a tutti per il continuo supporto".

    Doppia vittoria anche per Matteo Pavoni al debutto con la piccola RR 125. Matteo ha corso una grande gara realizzando ottimo tempi che lo avrebbero visto vincente, la domenica, anche nella classe Junior.

    Matteo: "Un buon inizio anche se in vista del Mondiale bisogna ancora lavorare per essere veramente pronti. Sono contento della moto e del lavoro fatto insieme al Team. Ci vediamo in Germania per l'apertura Mondiale!!"

    Debutto positivo a metà per Macoritto. Sabato una caduta sul trasferimento gli ha fatto prendere 1 minuto di penalità al controllo orario che lo ha fatto retrocedere in classifica. Domenica dopo una partenza in salita ha chiuso con un buon terzo posto nella Junior.

    Lorenzo: "Week end difficile. Sabato sono caduto in trasferimento e ho preso un minuto di penalità che mi ha deconcentrato tutto il giorno. Domenica sono partito commettendo alcuni errori ma a fine giornata sono riuscito a recuperare fino al terzo posto. Ora tre settimane di lavoro in vista del debutto al Mondiale."

    "Buona la prima", possiamo dire per Marini che ha chiuso con due Top 10 nella junior il suo debutto nell'enduro.

    Thomas: " E' stata dura, ma sono contento di essermela cavata abbastanza bene anche nella prova estrema che era molto impegnativa".

    Week end non dei migliori per Freeman alle prese con i postumi di una forte influenza che non gli ha permesso di allenarsi nelle ultime tre settimane.

    Jarno: " Ufficialmente la stagione è ricominciata. Debutto positivo, anche se so che tutti possono fare meglio. Brad purtroppo è arrivato alla gara dopo tre settimane di stop. causa una forte influenza. Macoritto e Pavoni hanno pagato un pò l'agitazione del debutto. Marini penso che in vita sua non avesse mai visto tutti quei sassi ed è stato bravo. Però i miei complimenti questa volta vanno a Deny che ha portato a casa una grande doppietta. Diviso tra la gestione dei piloti ed i loro allenamenti ha dimostrato che chi non molla mai alla fine arriva!! Ora, tra tre settimane, ci aspetta il debutto del Mondiale dove faremo del nostro meglio per farci trovare pronti!!"

    Boano Racing Sport a.s.d

     


  • La prima prova dei Campionati Assoluti d’Italia Enduro, andata in scena a Gioia dei Marsi (AQ) nel weekend di sabato 2 e domenica 3 marzo, ha visto il Team JET-Zanardo ottenere ottimi risultati.

    Al suo ritorno alle gare in Italia dopo aver gareggiato il 2018 negli Stati Uniti vincendo il Campionato Worcs, Giacomo Redondi non ha solo concluso le due giornate di gara sempre in seconda posizione nella classe 450 4T, ma ha ottenuto due brillanti settimi posti anche nella classifica Assoluta. Campione del Mondo Junior nel 2016, Redondi al debutto con l’Husqvarna FE 450 dimostrando di aver già trovato un buon feeling di guida: sulle 19 prove speciali disputate ha registrato un miglior tempo assoluto e dieci volte la migliore prestazione della propria classe.

    Ricordiamo che il programma di gare 2019 di Redondi non prevede la partecipazione al Mondiale Enduro, ma solo agli Assoluti d’Italia e ad alcune prove del WESS (World Enduro Super Series).

    Gara positiva per il Campione del Mondo Youth in carica Ruy Barbosa al debutto con l’Husqvarna FE 350 con cui prenderà parte al Mondiale della classe Junior. Il giovane cileno ha portato a termine una gara regolare con la sola “sbavatura” di un addetto dell’organizzazione al Controllo Orario senza assistenza che sabato gli ha causato una penalizzazione. Buon weekend anche per l’inglese Joe Wootton alla sua prima gara con l’Husqvarna FE 350 con cui disputerà il Mondiale della classe E2 dopo il terzo gradino del podio della Junior conquistato lo scorso anno.

    Prossimo appuntamento agonistico è il GP di Germania, in programma a Dahlen il 22-23-24 marzo.

    GIACOMO REDONDI

    È stata una gara molto bella, sicuramente più per i fan che per noi piloti, perché difficile con speciali tecniche e un terreno duro di pietre. Sono stato veloce e competitivo sia nella mia classe, come pure nella lotta per l’Assoluta. Abbiamo lavorato molto bene durante tutto il weekend, effettuando dei set up che mi hanno consentito di registrare degli ottimi tempi nelle varie speciali. Ho faticato un po’ nell’Extreme, mentre nel Cross sono stato il più veloce vincendo tutte le prove della domenica. Siamo solo all’inizio e c’è molto da fare, ma ho le giuste motivazioni per una stagione da protagonista”.

    RUY BARBOSA

    Non è stato facile per me guidare su queste speciali con fondo sconnesso e pietre: devo trovare ancora il giusto affiatamento con la moto. Ho faticato un po’ nell’Extreme, che era molto tecnica e poco veloce, mentre sono andato meglio nelle altre prove Ora ritorniamo a casa per proseguire un intenso programma di lavoro per arrivare al Mondiale da protagonisti”.

    JOE WOOTTON

    Sono soddisfatto di come si è concluso il weekend nonostante la mia gara sia stata un pò particolare in quanto abbiamo colto l’occasione per testare alcune soluzioni tecniche. All’inizio non siamo partiti molto bene, ma piano piano abbiamo trovato le giuste regolazioni che hanno migliorato notevolmente il mio feeling di guida. Continueremo a lavorare per presentarci al meglio al Mondiale”.

    FRANCO MAYR

    Complessivamente siamo soddisfatti dei risultati ottenuti. Barbosa quest’anno ha cambiato moto: dopo 3 anni con la 125 adesso sta guidando una Husqvarna FE 350. Non ha ancora preso il feeling necessario, ma è stato veloce e non ha commesso grossi errori. Redondi è tornato dagli Stati Uniti solo a metà febbraio: è arrivato molto vicino ai suoi diretti avversari nonostante la poca preparazione a questo tipo di gare. Con Wootton abbiamo sfruttato questa gara per eseguire diversi test. Per concludere sono stato contento della partecipazione di David Knight, che ha voluto provare una delle nostre moto. Ci ha dato spunti importanti. Adesso ci prepariamo per il Mondiale pronti a dare il 100%”.

     

    © Jolly Enduro Team

    Press Office


  • La prima prova dei Campionati Assoluti d’Italia Enduro, andata in scena a Gioia dei Marsi (AQ) nel weekend di sabato 2 e domenica 3 marzo, ha visto il Team JET-Zanardo ottenere ottimi risultati.

    Al suo ritorno alle gare in Italia dopo aver gareggiato il 2018 negli Stati Uniti vincendo il Campionato Worcs, Giacomo Redondi non ha solo concluso le due giornate di gara sempre in seconda posizione nella classe 450 4T, ma ha ottenuto due brillanti settimi posti anche nella classifica Assoluta. Campione del Mondo Junior nel 2016, Redondi al debutto con l’Husqvarna FE 450 dimostrando di aver già trovato un buon feeling di guida: sulle 19 prove speciali disputate ha registrato un miglior tempo assoluto e dieci volte la migliore prestazione della propria classe.

    Ricordiamo che il programma di gare 2019 di Redondi non prevede la partecipazione al Mondiale Enduro, ma solo agli Assoluti d’Italia e ad alcune prove del WESS (World Enduro Super Series).

    Gara positiva per il Campione del Mondo Youth in carica Ruy Barbosa al debutto con l’Husqvarna FE 350 con cui prenderà parte al Mondiale della classe Junior. Il giovane cileno ha portato a termine una gara regolare con la sola “sbavatura” di un addetto dell’organizzazione al Controllo Orario senza assistenza che sabato gli ha causato una penalizzazione. Buon weekend anche per l’inglese Joe Wootton alla sua prima gara con l’Husqvarna FE 350 con cui disputerà il Mondiale della classe E2 dopo il terzo gradino del podio della Junior conquistato lo scorso anno.

    Prossimo appuntamento agonistico è il GP di Germania, in programma a Dahlen il 22-23-24 marzo.

    GIACOMO REDONDI

    È stata una gara molto bella, sicuramente più per i fan che per noi piloti, perché difficile con speciali tecniche e un terreno duro di pietre. Sono stato veloce e competitivo sia nella mia classe, come pure nella lotta per l’Assoluta. Abbiamo lavorato molto bene durante tutto il weekend, effettuando dei set up che mi hanno consentito di registrare degli ottimi tempi nelle varie speciali. Ho faticato un po’ nell’Extreme, mentre nel Cross sono stato il più veloce vincendo tutte le prove della domenica. Siamo solo all’inizio e c’è molto da fare, ma ho le giuste motivazioni per una stagione da protagonista”.

    RUY BARBOSA

    Non è stato facile per me guidare su queste speciali con fondo sconnesso e pietre: devo trovare ancora il giusto affiatamento con la moto. Ho faticato un po’ nell’Extreme, che era molto tecnica e poco veloce, mentre sono andato meglio nelle altre prove Ora ritorniamo a casa per proseguire un intenso programma di lavoro per arrivare al Mondiale da protagonisti”.

    JOE WOOTTON

    Sono soddisfatto di come si è concluso il weekend nonostante la mia gara sia stata un pò particolare in quanto abbiamo colto l’occasione per testare alcune soluzioni tecniche. All’inizio non siamo partiti molto bene, ma piano piano abbiamo trovato le giuste regolazioni che hanno migliorato notevolmente il mio feeling di guida. Continueremo a lavorare per presentarci al meglio al Mondiale”.

    FRANCO MAYR

    Complessivamente siamo soddisfatti dei risultati ottenuti. Barbosa quest’anno ha cambiato moto: dopo 3 anni con la 125 adesso sta guidando una Husqvarna FE 350. Non ha ancora preso il feeling necessario, ma è stato veloce e non ha commesso grossi errori. Redondi è tornato dagli Stati Uniti solo a metà febbraio: è arrivato molto vicino ai suoi diretti avversari nonostante la poca preparazione a questo tipo di gare. Con Wootton abbiamo sfruttato questa gara per eseguire diversi test. Per concludere sono stato contento della partecipazione di David Knight, che ha voluto provare una delle nostre moto. Ci ha dato spunti importanti. Adesso ci prepariamo per il Mondiale pronti a dare il 100%”.