newsmoto

  • Campionato Italiano Enduro moto 2019 foto gallery

  • Sono state ufficializzate in modo definitivo le date della prossima EICMA 2019.

  • Questi sono gli orari ufficiali di apertura della Fiera Internazionale del Ciclo e Motociclo EICMA 2019:


  • Con la prima prova di Italiano del week end scorso, é partita la stagione 2019 per il Team Sherco CH Racing! 2019 che per noi è anche il 30simo anno di partecipazione ininterrotta al mondiale enduro, ovvero dalla sua nascita, unico Team ad aver raggiunto questo traguardo ! Oltre al traguardo di essere invecchiati di brutto!

    Tutto nuovo o quasi, col debutto tra i "grandi" del campione mondiale junior Matteo Cavallo, e che debutto!!! Day one, primo di classe, 4° assoluto e primo degli italiani!!! Quasi impossibile fare meglio, anzi, senza la prima linea annullata per "casini" di tempi...... conti alla mano poteva ancora andare meglio.... pazienza.

    Domenica la troppa foga ed una partenza un po' rallenty, hanno permesso a Matteo di fare comunque una bella gara, ma non come quella di sabato. Pur sempre un buon risultato, calcolando il rodaggio di tutti.

    Ottima prova per il francese Theo Espinasse, che si è misurato ed ha vinto il confronto diretto con i rivali del mondiale Junior...... per cui più che soddisfatti!!

    Supercontenti delle moto, hanno solo consumato gomme e benzina, nessun sussulto.

    Fra tre settimane il mondiale in Germania, con tutti i nostri "ragazzotti" presenti. Per il 2019, in accordo con Sherco, abbiamo attuato una politica di "giovani", con l'intento di costruirci in casa i campioni di domani.

    Ci vediamo a Dahlen.

    Fabrizio Azzalin

    Team Manager

    Photo Credits: Dario Agrati

     


  • Con la prima prova di Italiano del week end scorso, é partita la stagione 2019 per il Team Sherco CH Racing! 2019 che per noi è anche il 30simo anno di partecipazione ininterrotta al mondiale enduro, ovvero dalla sua nascita, unico Team ad aver raggiunto questo traguardo ! Oltre al traguardo di essere invecchiati di brutto!

    Tutto nuovo o quasi, col debutto tra i "grandi" del campione mondiale junior Matteo Cavallo, e che debutto!!! Day one, primo di classe, 4° assoluto e primo degli italiani!!! Quasi impossibile fare meglio, anzi, senza la prima linea annullata per "casini" di tempi...... conti alla mano poteva ancora andare meglio.... pazienza.

    Domenica la troppa foga ed una partenza un po' rallenty, hanno permesso a Matteo di fare comunque una bella gara, ma non come quella di sabato. Pur sempre un buon risultato, calcolando il rodaggio di tutti.

    Ottima prova per il francese Theo Espinasse, che si è misurato ed ha vinto il confronto diretto con i rivali del mondiale Junior...... per cui più che soddisfatti!!

    Supercontenti delle moto, hanno solo consumato gomme e benzina, nessun sussulto.

    Fra tre settimane il mondiale in Germania, con tutti i nostri "ragazzotti" presenti. Per il 2019, in accordo con Sherco, abbiamo attuato una politica di "giovani", con l'intento di costruirci in casa i campioni di domani.

    Ci vediamo a Dahlen.

    Fabrizio Azzalin

    Team Manager

    Photo Credits: Dario Agrati

     


  • Una stagione che si prospetta ricca di emozioni.

    Sabato 2 e domenica 3 marzo ha ufficialmente preso il via la stagione 2019 dell’enduro tricolore con una due giorni tutta da incorniciare. Teatro della prova di apertura è stata la cittadina di Gioia dei Marsi (AQ), sugli Appennini del centro Italia, al confine tra l’Abruzzo e il Lazio.

    Arrivato a questa prova con i migliori presupposti e con la consapevolezza di poter essere tra i grandi protagonisti, Honda Racing RedMoto World Enduro Team ha vissuto due intense giornate di gara raccogliendo importanti risultati.

    Nella classe 250 4T straordinaria prova di Thomas Oldrati: dopo aver concluso la prima giornata di gara in seconda posizione ad un passo da Cavallo per qualche errore nel Cross test, domenica ha fatto sua una bellissima vittoria. Ma non è tutto, perché Oldrati ha anche ottenuto due fantastiche top ten della classifica Assoluta con l’ottava posizione del sabato, ma soprattutto la quinta della domenica. Un successo voluto, meritato, sognato, che apre le danze ad una stagione che si prospetta davvero emozionante.

    Nella classifica riservata agli stranieri, invece, Christophe Charlier ha costantemente lottato per il podio chiudendo entrambe le giornate di gara in quarta posizione e facendo sue anche la quinta e la sesta piazza dell’Assoluta.

    Carica di questi ottimi risultati e consapevole di poter dare il massimo anche nel Mondiale, la squadra si prepara ora per il GP di Germania, in programma il weekend del 23-24 marzo a Dahlen.

    Thomas Oldrati #22

    CRF 250RX Enduro

    È solo un mese che riesco ad allenarmi bene dopo un inverno un po’ particolare tra tendinite e lussazione alla spalla. Con la moto nuova c’è sempre un po’ di ansia, ma questa prima gara tricolore è andata veramente bene. Peccato per il cross test che è sempre un po’ il mio tallone d’Achille, ma nelle altre ero veloce e ho spinto forte. Sono molto contento della vittoria perché l’anno scorso non c’ero riuscito e anche del risultato nell’assoluta. Grazie a tutto il team e alle Fiamme Oro”.

    Matteo Boffelli

    Team Manager

    Siamo contenti di come siamo partiti. Thomas ha conquistato due straordinari podi e anche Christophe ha dimostrato di poter essere grandi protagonisti di questa stagione. C’è la velocità, la concentrazione, la guida. Siamo nelle prime posizioni anche dell’Assoluta e questo è molto importante. Abbiamo lavorato bene durante l’inverno e questo è il giusto frutto del nostro impegno”.

    Tullio Pellegrinelli

    Coordinatore tecnico

    Campionato tutto da scoprire con tante sfide! Charlier è andato forte e si è giocato il podio sia di classe che dell’assoluta: peccato per un paio di errori in entrambe le giornate di gara. Thomas è stato velocissimo: è andato forte nella linea e nell’estrema, portando a casa una bellissima vittoria. Siamo in forma per affrontare anche la sfida Mondiale”.

    Honda Racing RedMoto World Enduro Team

    Press Office

     


  • Una stagione che si prospetta ricca di emozioni.

    Sabato 2 e domenica 3 marzo ha ufficialmente preso il via la stagione 2019 dell’enduro tricolore con una due giorni tutta da incorniciare. Teatro della prova di apertura è stata la cittadina di Gioia dei Marsi (AQ), sugli Appennini del centro Italia, al confine tra l’Abruzzo e il Lazio.

    Arrivato a questa prova con i migliori presupposti e con la consapevolezza di poter essere tra i grandi protagonisti, Honda Racing RedMoto World Enduro Team ha vissuto due intense giornate di gara raccogliendo importanti risultati.

    Nella classe 250 4T straordinaria prova di Thomas Oldrati: dopo aver concluso la prima giornata di gara in seconda posizione ad un passo da Cavallo per qualche errore nel Cross test, domenica ha fatto sua una bellissima vittoria. Ma non è tutto, perché Oldrati ha anche ottenuto due fantastiche top ten della classifica Assoluta con l’ottava posizione del sabato, ma soprattutto la quinta della domenica. Un successo voluto, meritato, sognato, che apre le danze ad una stagione che si prospetta davvero emozionante.

    Nella classifica riservata agli stranieri, invece, Christophe Charlier ha costantemente lottato per il podio chiudendo entrambe le giornate di gara in quarta posizione e facendo sue anche la quinta e la sesta piazza dell’Assoluta.

    Carica di questi ottimi risultati e consapevole di poter dare il massimo anche nel Mondiale, la squadra si prepara ora per il GP di Germania, in programma il weekend del 23-24 marzo a Dahlen.

    Thomas Oldrati #22

    CRF 250RX Enduro

    È solo un mese che riesco ad allenarmi bene dopo un inverno un po’ particolare tra tendinite e lussazione alla spalla. Con la moto nuova c’è sempre un po’ di ansia, ma questa prima gara tricolore è andata veramente bene. Peccato per il cross test che è sempre un po’ il mio tallone d’Achille, ma nelle altre ero veloce e ho spinto forte. Sono molto contento della vittoria perché l’anno scorso non c’ero riuscito e anche del risultato nell’assoluta. Grazie a tutto il team e alle Fiamme Oro”.

    Matteo Boffelli

    Team Manager

    Siamo contenti di come siamo partiti. Thomas ha conquistato due straordinari podi e anche Christophe ha dimostrato di poter essere grandi protagonisti di questa stagione. C’è la velocità, la concentrazione, la guida. Siamo nelle prime posizioni anche dell’Assoluta e questo è molto importante. Abbiamo lavorato bene durante l’inverno e questo è il giusto frutto del nostro impegno”.

    Tullio Pellegrinelli

    Coordinatore tecnico

    Campionato tutto da scoprire con tante sfide! Charlier è andato forte e si è giocato il podio sia di classe che dell’assoluta: peccato per un paio di errori in entrambe le giornate di gara. Thomas è stato velocissimo: è andato forte nella linea e nell’estrema, portando a casa una bellissima vittoria. Siamo in forma per affrontare anche la sfida Mondiale”.

    Honda Racing RedMoto World Enduro Team

    Press Office

     


  • L' apertura degli Assoluti d'Italia 2019 è toccata al Motoclub Sirente. La gara ha preso il via da Gioia dei Marsi, piccola cittadina nell'entroterra Abruzzese. La conformazione del terreno, duro e pietroso, ed un giro di gara con poco asfalto, hanno reso la gara impegnativa. Undici prove cronometrate il sabato e nove la domenica hanno decretato i vincitori di questo primo appuntamento. Chi ha stupito più di tutti è sicuramente stato Philippaerts che, nel suo nuovo doppio ruolo di manager dei piloti del Team e pilota, ha portato a casa una doppietta nella classe E3 300cc. Una gara perfetta con pochi errori e molta determinazione.

    Deny: " Sono veramente contento!! Mi sono allenato meno del solito visto i vari impegni del Team, ma sono arrivato sereno e fiducioso di poter far bene e alla fine torno a casa con una doppietta!! Ora torno al mio nuovo ruolo in vista del Mondiale!! Ci vediamo alla prossima gara di Assoluti!! Grazie a tutti per il continuo supporto".

    Doppia vittoria anche per Matteo Pavoni al debutto con la piccola RR 125. Matteo ha corso una grande gara realizzando ottimo tempi che lo avrebbero visto vincente, la domenica, anche nella classe Junior.

    Matteo: "Un buon inizio anche se in vista del Mondiale bisogna ancora lavorare per essere veramente pronti. Sono contento della moto e del lavoro fatto insieme al Team. Ci vediamo in Germania per l'apertura Mondiale!!"

    Debutto positivo a metà per Macoritto. Sabato una caduta sul trasferimento gli ha fatto prendere 1 minuto di penalità al controllo orario che lo ha fatto retrocedere in classifica. Domenica dopo una partenza in salita ha chiuso con un buon terzo posto nella Junior.

    Lorenzo: "Week end difficile. Sabato sono caduto in trasferimento e ho preso un minuto di penalità che mi ha deconcentrato tutto il giorno. Domenica sono partito commettendo alcuni errori ma a fine giornata sono riuscito a recuperare fino al terzo posto. Ora tre settimane di lavoro in vista del debutto al Mondiale."

    "Buona la prima", possiamo dire per Marini che ha chiuso con due Top 10 nella junior il suo debutto nell'enduro.

    Thomas: " E' stata dura, ma sono contento di essermela cavata abbastanza bene anche nella prova estrema che era molto impegnativa".

    Week end non dei migliori per Freeman alle prese con i postumi di una forte influenza che non gli ha permesso di allenarsi nelle ultime tre settimane.

    Jarno: " Ufficialmente la stagione è ricominciata. Debutto positivo, anche se so che tutti possono fare meglio. Brad purtroppo è arrivato alla gara dopo tre settimane di stop. causa una forte influenza. Macoritto e Pavoni hanno pagato un pò l'agitazione del debutto. Marini penso che in vita sua non avesse mai visto tutti quei sassi ed è stato bravo. Però i miei complimenti questa volta vanno a Deny che ha portato a casa una grande doppietta. Diviso tra la gestione dei piloti ed i loro allenamenti ha dimostrato che chi non molla mai alla fine arriva!! Ora, tra tre settimane, ci aspetta il debutto del Mondiale dove faremo del nostro meglio per farci trovare pronti!!"

    Boano Racing Sport a.s.d

     


  • L' apertura degli Assoluti d'Italia 2019 è toccata al Motoclub Sirente. La gara ha preso il via da Gioia dei Marsi, piccola cittadina nell'entroterra Abruzzese. La conformazione del terreno, duro e pietroso, ed un giro di gara con poco asfalto, hanno reso la gara impegnativa. Undici prove cronometrate il sabato e nove la domenica hanno decretato i vincitori di questo primo appuntamento. Chi ha stupito più di tutti è sicuramente stato Philippaerts che, nel suo nuovo doppio ruolo di manager dei piloti del Team e pilota, ha portato a casa una doppietta nella classe E3 300cc. Una gara perfetta con pochi errori e molta determinazione.

    Deny: " Sono veramente contento!! Mi sono allenato meno del solito visto i vari impegni del Team, ma sono arrivato sereno e fiducioso di poter far bene e alla fine torno a casa con una doppietta!! Ora torno al mio nuovo ruolo in vista del Mondiale!! Ci vediamo alla prossima gara di Assoluti!! Grazie a tutti per il continuo supporto".

    Doppia vittoria anche per Matteo Pavoni al debutto con la piccola RR 125. Matteo ha corso una grande gara realizzando ottimo tempi che lo avrebbero visto vincente, la domenica, anche nella classe Junior.

    Matteo: "Un buon inizio anche se in vista del Mondiale bisogna ancora lavorare per essere veramente pronti. Sono contento della moto e del lavoro fatto insieme al Team. Ci vediamo in Germania per l'apertura Mondiale!!"

    Debutto positivo a metà per Macoritto. Sabato una caduta sul trasferimento gli ha fatto prendere 1 minuto di penalità al controllo orario che lo ha fatto retrocedere in classifica. Domenica dopo una partenza in salita ha chiuso con un buon terzo posto nella Junior.

    Lorenzo: "Week end difficile. Sabato sono caduto in trasferimento e ho preso un minuto di penalità che mi ha deconcentrato tutto il giorno. Domenica sono partito commettendo alcuni errori ma a fine giornata sono riuscito a recuperare fino al terzo posto. Ora tre settimane di lavoro in vista del debutto al Mondiale."

    "Buona la prima", possiamo dire per Marini che ha chiuso con due Top 10 nella junior il suo debutto nell'enduro.

    Thomas: " E' stata dura, ma sono contento di essermela cavata abbastanza bene anche nella prova estrema che era molto impegnativa".

    Week end non dei migliori per Freeman alle prese con i postumi di una forte influenza che non gli ha permesso di allenarsi nelle ultime tre settimane.

    Jarno: " Ufficialmente la stagione è ricominciata. Debutto positivo, anche se so che tutti possono fare meglio. Brad purtroppo è arrivato alla gara dopo tre settimane di stop. causa una forte influenza. Macoritto e Pavoni hanno pagato un pò l'agitazione del debutto. Marini penso che in vita sua non avesse mai visto tutti quei sassi ed è stato bravo. Però i miei complimenti questa volta vanno a Deny che ha portato a casa una grande doppietta. Diviso tra la gestione dei piloti ed i loro allenamenti ha dimostrato che chi non molla mai alla fine arriva!! Ora, tra tre settimane, ci aspetta il debutto del Mondiale dove faremo del nostro meglio per farci trovare pronti!!"

    Boano Racing Sport a.s.d

     


  • La prima prova dei Campionati Assoluti d’Italia Enduro, andata in scena a Gioia dei Marsi (AQ) nel weekend di sabato 2 e domenica 3 marzo, ha visto il Team JET-Zanardo ottenere ottimi risultati.

    Al suo ritorno alle gare in Italia dopo aver gareggiato il 2018 negli Stati Uniti vincendo il Campionato Worcs, Giacomo Redondi non ha solo concluso le due giornate di gara sempre in seconda posizione nella classe 450 4T, ma ha ottenuto due brillanti settimi posti anche nella classifica Assoluta. Campione del Mondo Junior nel 2016, Redondi al debutto con l’Husqvarna FE 450 dimostrando di aver già trovato un buon feeling di guida: sulle 19 prove speciali disputate ha registrato un miglior tempo assoluto e dieci volte la migliore prestazione della propria classe.

    Ricordiamo che il programma di gare 2019 di Redondi non prevede la partecipazione al Mondiale Enduro, ma solo agli Assoluti d’Italia e ad alcune prove del WESS (World Enduro Super Series).

    Gara positiva per il Campione del Mondo Youth in carica Ruy Barbosa al debutto con l’Husqvarna FE 350 con cui prenderà parte al Mondiale della classe Junior. Il giovane cileno ha portato a termine una gara regolare con la sola “sbavatura” di un addetto dell’organizzazione al Controllo Orario senza assistenza che sabato gli ha causato una penalizzazione. Buon weekend anche per l’inglese Joe Wootton alla sua prima gara con l’Husqvarna FE 350 con cui disputerà il Mondiale della classe E2 dopo il terzo gradino del podio della Junior conquistato lo scorso anno.

    Prossimo appuntamento agonistico è il GP di Germania, in programma a Dahlen il 22-23-24 marzo.

    GIACOMO REDONDI

    È stata una gara molto bella, sicuramente più per i fan che per noi piloti, perché difficile con speciali tecniche e un terreno duro di pietre. Sono stato veloce e competitivo sia nella mia classe, come pure nella lotta per l’Assoluta. Abbiamo lavorato molto bene durante tutto il weekend, effettuando dei set up che mi hanno consentito di registrare degli ottimi tempi nelle varie speciali. Ho faticato un po’ nell’Extreme, mentre nel Cross sono stato il più veloce vincendo tutte le prove della domenica. Siamo solo all’inizio e c’è molto da fare, ma ho le giuste motivazioni per una stagione da protagonista”.

    RUY BARBOSA

    Non è stato facile per me guidare su queste speciali con fondo sconnesso e pietre: devo trovare ancora il giusto affiatamento con la moto. Ho faticato un po’ nell’Extreme, che era molto tecnica e poco veloce, mentre sono andato meglio nelle altre prove Ora ritorniamo a casa per proseguire un intenso programma di lavoro per arrivare al Mondiale da protagonisti”.

    JOE WOOTTON

    Sono soddisfatto di come si è concluso il weekend nonostante la mia gara sia stata un pò particolare in quanto abbiamo colto l’occasione per testare alcune soluzioni tecniche. All’inizio non siamo partiti molto bene, ma piano piano abbiamo trovato le giuste regolazioni che hanno migliorato notevolmente il mio feeling di guida. Continueremo a lavorare per presentarci al meglio al Mondiale”.

    FRANCO MAYR

    Complessivamente siamo soddisfatti dei risultati ottenuti. Barbosa quest’anno ha cambiato moto: dopo 3 anni con la 125 adesso sta guidando una Husqvarna FE 350. Non ha ancora preso il feeling necessario, ma è stato veloce e non ha commesso grossi errori. Redondi è tornato dagli Stati Uniti solo a metà febbraio: è arrivato molto vicino ai suoi diretti avversari nonostante la poca preparazione a questo tipo di gare. Con Wootton abbiamo sfruttato questa gara per eseguire diversi test. Per concludere sono stato contento della partecipazione di David Knight, che ha voluto provare una delle nostre moto. Ci ha dato spunti importanti. Adesso ci prepariamo per il Mondiale pronti a dare il 100%”.

     

    © Jolly Enduro Team

    Press Office


  • La prima prova dei Campionati Assoluti d’Italia Enduro, andata in scena a Gioia dei Marsi (AQ) nel weekend di sabato 2 e domenica 3 marzo, ha visto il Team JET-Zanardo ottenere ottimi risultati.

    Al suo ritorno alle gare in Italia dopo aver gareggiato il 2018 negli Stati Uniti vincendo il Campionato Worcs, Giacomo Redondi non ha solo concluso le due giornate di gara sempre in seconda posizione nella classe 450 4T, ma ha ottenuto due brillanti settimi posti anche nella classifica Assoluta. Campione del Mondo Junior nel 2016, Redondi al debutto con l’Husqvarna FE 450 dimostrando di aver già trovato un buon feeling di guida: sulle 19 prove speciali disputate ha registrato un miglior tempo assoluto e dieci volte la migliore prestazione della propria classe.

    Ricordiamo che il programma di gare 2019 di Redondi non prevede la partecipazione al Mondiale Enduro, ma solo agli Assoluti d’Italia e ad alcune prove del WESS (World Enduro Super Series).

    Gara positiva per il Campione del Mondo Youth in carica Ruy Barbosa al debutto con l’Husqvarna FE 350 con cui prenderà parte al Mondiale della classe Junior. Il giovane cileno ha portato a termine una gara regolare con la sola “sbavatura” di un addetto dell’organizzazione al Controllo Orario senza assistenza che sabato gli ha causato una penalizzazione. Buon weekend anche per l’inglese Joe Wootton alla sua prima gara con l’Husqvarna FE 350 con cui disputerà il Mondiale della classe E2 dopo il terzo gradino del podio della Junior conquistato lo scorso anno.

    Prossimo appuntamento agonistico è il GP di Germania, in programma a Dahlen il 22-23-24 marzo.

    GIACOMO REDONDI

    È stata una gara molto bella, sicuramente più per i fan che per noi piloti, perché difficile con speciali tecniche e un terreno duro di pietre. Sono stato veloce e competitivo sia nella mia classe, come pure nella lotta per l’Assoluta. Abbiamo lavorato molto bene durante tutto il weekend, effettuando dei set up che mi hanno consentito di registrare degli ottimi tempi nelle varie speciali. Ho faticato un po’ nell’Extreme, mentre nel Cross sono stato il più veloce vincendo tutte le prove della domenica. Siamo solo all’inizio e c’è molto da fare, ma ho le giuste motivazioni per una stagione da protagonista”.

    RUY BARBOSA

    Non è stato facile per me guidare su queste speciali con fondo sconnesso e pietre: devo trovare ancora il giusto affiatamento con la moto. Ho faticato un po’ nell’Extreme, che era molto tecnica e poco veloce, mentre sono andato meglio nelle altre prove Ora ritorniamo a casa per proseguire un intenso programma di lavoro per arrivare al Mondiale da protagonisti”.

    JOE WOOTTON

    Sono soddisfatto di come si è concluso il weekend nonostante la mia gara sia stata un pò particolare in quanto abbiamo colto l’occasione per testare alcune soluzioni tecniche. All’inizio non siamo partiti molto bene, ma piano piano abbiamo trovato le giuste regolazioni che hanno migliorato notevolmente il mio feeling di guida. Continueremo a lavorare per presentarci al meglio al Mondiale”.

    FRANCO MAYR

    Complessivamente siamo soddisfatti dei risultati ottenuti. Barbosa quest’anno ha cambiato moto: dopo 3 anni con la 125 adesso sta guidando una Husqvarna FE 350. Non ha ancora preso il feeling necessario, ma è stato veloce e non ha commesso grossi errori. Redondi è tornato dagli Stati Uniti solo a metà febbraio: è arrivato molto vicino ai suoi diretti avversari nonostante la poca preparazione a questo tipo di gare. Con Wootton abbiamo sfruttato questa gara per eseguire diversi test. Per concludere sono stato contento della partecipazione di David Knight, che ha voluto provare una delle nostre moto. Ci ha dato spunti importanti. Adesso ci prepariamo per il Mondiale pronti a dare il 100%”.

     


  • Apertura di stagione da protagonisti a Gioia dei Marsi per i piloti del TM Factory Enduro Team Andrea Verona nella Junior e i nuovi acquisti Loic Larrieu e Daniel McCanney.

    Loic Larrieu ha corso una gara straordinaria andando a vincere la prima giornata di gara e giungendo secondo assoluto nella giornata seguente.

    Ottima prova anche per Daniel McCanney. Il pilota inglese ha concluso a podio in entrambe le giornate di gara sia nell’Assoluta sia nella classe Stranieri.

    Buona prova anche per Andrea Verona che nella Junior ha collezionato un primo e un secondo posto.

    Prossimo appuntamento 22, 23 e 24 marzo a Dahlen per il GP di Germania.

    ANDREA VERONA

    La stagione 2019 è iniziata bene e alla prima degli Assoluti ho ottenuto un buon risultato. La prima giornata sì è conclusa con la vittoria di classe e il decimo posto assoluto mentre nella giornata di domenica ho patito la stanchezza e qualche scelta sbagliata”.

    LOIC LARRIEU

    Sono felice del risultato ottenuto alla mia prima apparizione con il nuovo team. Vittoria assoluta il sabato e secondo posto nella giornata di domenica, di più non potevo pretendere.”

    DANIEL MCCANNEY

    Il feeling con la nuova moto è ottimo e il mio score qui agli Assoluti è più che soddisfacente. Ora il focus è per il primo GP mondiale.”

     


  • Davide Guarneri ha ottenuto due splendidi podi nella classe 250 4T nella prima prova dei Campionati Assoluti d’Italia Enduro, disputata sabato 2 e domenica 3 marzo a Gioia dei Marsi (AQ), situata sugli Appennini del centro Italia al confine tra l’Abruzzo e il Lazio. Sabato ha portato a termine una prova maiuscola con la terza posizione di classe e l’undicesimo assoluta nonostante i secondi persi nel primo Extreme Test, concluso con il 36simo tempo per essere stato costretto a spingere la propria Honda-RedMoto CRF 250RX Enduro. Il pilota di Honda-RedMoto Lunigiana Team di Gianni Belloni non si è però scoraggiato e, con un ritmo incessante, ha rimontato tutto il distacco registrando anche il miglior tempo assoluto del secondo Cross Test. Sul terreno asciutto della domenica Guarneri ha vinto nuovamente quattro speciali, terminando le restanti con una seconda, due terze e altre due quarte posizioni, facendo suo il secondo gradino del podio e l’ottavo dell’assoluta.

    Gara sfortunata, invece, per Davide Soreca nella 450 4T, che a sole due settimane dall’intervento al menisco del ginocchio destro sabato è stato costretto al ritiro per un banalissimo problema elettrico che ha tolto corrente al motore della sua Honda-RedMoto CRF 300RX Enduro proprio mentre stava affrontando il primo Enduro Test dopo il sesto e terzo miglior tempo di classe delle prime due speciali. Domenica ha invece terminato tutte le speciali sempre nella top five, fino a fare sua la quarta posizione finale ad un soffio dal podio.

    La prossima gara è il primo GP del Mondiale, in programma a Dahlen, Germania, il 23-24 marzo.

    DAVIDE GUARNERI

    Prima gara della stagione. Sabato all’inizio ho fatto fatica scivolando in estrema e in linea, ma concludendo terzo di categoria e undicesimo in assoluta. Domenica sono partito molto meglio e quando ha iniziato ad asciugarsi il terreno ho registrato buoni tempi anche in linea”.

    DAVIDE SORECA

    Sabato purtroppo tanta sfortuna con un banalissimo guasto elettrico che mi ha costretto al ritiro. Domenica ho fatto buoni tempi in estrema, mentre ho patito un po’ in linea per la lunghezza. Fisicamente non sono ancora al mio 100% e dovrò lavorare fisicamente per reggere una gara così selettiva”.

    GIANNI BELLONI

    Weekend soddisfacente. Siamo al debutto e sabato abbiamo pagato un po’ di inesperienza causa un guasto elettrico alla moto di Soreca. Guarneri ha concluso terzo di classe il sabato e secondo la domenica, mentre Soreca ha fatto sua la quarta posizione ad un soffio dal podio dietro a due campioni come Salvini e Redondi. Torniamo a casa con l’obiettivo di continuare a lavorare per migliorarci”.

    Honda RedMoto Lunigiana Team

    Press Office

     


  • Davide Guarneri ha ottenuto due splendidi podi nella classe 250 4T nella prima prova dei Campionati Assoluti d’Italia Enduro, disputata sabato 2 e domenica 3 marzo a Gioia dei Marsi (AQ), situata sugli Appennini del centro Italia al confine tra l’Abruzzo e il Lazio. Sabato ha portato a termine una prova maiuscola con la terza posizione di classe e l’undicesimo assoluta nonostante i secondi persi nel primo Extreme Test, concluso con il 36simo tempo per essere stato costretto a spingere la propria Honda-RedMoto CRF 250RX Enduro. Il pilota di Honda-RedMoto Lunigiana Team di Gianni Belloni non si è però scoraggiato e, con un ritmo incessante, ha rimontato tutto il distacco registrando anche il miglior tempo assoluto del secondo Cross Test. Sul terreno asciutto della domenica Guarneri ha vinto nuovamente quattro speciali, terminando le restanti con una seconda, due terze e altre due quarte posizioni, facendo suo il secondo gradino del podio e l’ottavo dell’assoluta.

    Gara sfortunata, invece, per Davide Soreca nella 450 4T, che a sole due settimane dall’intervento al menisco del ginocchio destro sabato è stato costretto al ritiro per un banalissimo problema elettrico che ha tolto corrente al motore della sua Honda-RedMoto CRF 300RX Enduro proprio mentre stava affrontando il primo Enduro Test dopo il sesto e terzo miglior tempo di classe delle prime due speciali. Domenica ha invece terminato tutte le speciali sempre nella top five, fino a fare sua la quarta posizione finale ad un soffio dal podio.

    La prossima gara è il primo GP del Mondiale, in programma a Dahlen, Germania, il 23-24 marzo.

    DAVIDE GUARNERI

    Prima gara della stagione. Sabato all’inizio ho fatto fatica scivolando in estrema e in linea, ma concludendo terzo di categoria e undicesimo in assoluta. Domenica sono partito molto meglio e quando ha iniziato ad asciugarsi il terreno ho registrato buoni tempi anche in linea”.

    DAVIDE SORECA

    Sabato purtroppo tanta sfortuna con un banalissimo guasto elettrico che mi ha costretto al ritiro. Domenica ho fatto buoni tempi in estrema, mentre ho patito un po’ in linea per la lunghezza. Fisicamente non sono ancora al mio 100% e dovrò lavorare fisicamente per reggere una gara così selettiva”.

    GIANNI BELLONI

    Weekend soddisfacente. Siamo al debutto e sabato abbiamo pagato un po’ di inesperienza causa un guasto elettrico alla moto di Soreca. Guarneri ha concluso terzo di classe il sabato e secondo la domenica, mentre Soreca ha fatto sua la quarta posizione ad un soffio dal podio dietro a due campioni come Salvini e Redondi. Torniamo a casa con l’obiettivo di continuare a lavorare per migliorarci”.

    Honda RedMoto Lunigiana Team

    Press Office

     


  • Con la prima prova degli Assoluti d’Italia Enduro, andata in scena sabato 2 e domenica 3 marzo a Gioia dei Marsi (AQ), sugli Appennini dell’Abruzzo, il sipario si è finalmente alzato sulla nuova stagione 2019.

    Un anno ricco di novità, con l’ufficializzazione del neonato team S2 Motorsport Sembenini Honda-RedMoto che schiera un determinatissimo Alex Salvini pronto a dare il massimo sia nel tricolore che nel Mondiale.

    Desideroso di riscatto dopo un anno tra luci e ombre, Salvini ha iniziato la stagione solo come un grande campione sa fare, conquistando con forza e decisione due straordinarie vittorie nella classe 450 4T con la Honda-RedMoto CRF 450RX Enduro. Con un ritmo serratissimo, Alex ha martellato in entrambe le giornate di gara portando a casa anche una sesta e una quarta posizione nella classifica Assoluta ad un passo dalla top three e dietro solo a Holcombe, Larrieu e McCanney. Un risultato positivo, che poteva anche essere un podio certo se non fosse stato per una caduta il sabato.

    Il prossimo impegno agonistico è la prima prova del Mondiale, in programma a Dahlen, in Germania, il 23-24 marzo.

    ALEX SALVINI

    Due giorni non semplici ma dai risultati positivi. Sabato ho fatto una caduta nel trasferimento e ho battuto forte il ginocchio. Sono riuscito a portare a casa due bellissime vittorie, ma se non fosse stato per il dolore, che mi ha rallentato parecchio la domenica, avrei sicuramente potuto fare di più nell’Assoluta. C’è sicuramente un margine di miglioramento e vedremo di lavorare in vista del nostro esordio nel Mondiale”.

    GINO SEMBENINI

    Alex ha dimostrato tutte le sue qualità e la doppia vittoria fa capire che sicuramente sarà protagonista di questa stagione. Non potevamo desiderare miglior esordio! Peccato per la caduta il sabato, altrimenti avrebbe sicuramente fatto meglio nell’Assoluta. Torniamo a casa consapevoli di aver lavorato bene, ma anche certi di poter fare di più. Complimenti a tutta la squadra!”.

    Team S2 Motorsport Sembenini Honda-RedMoto

    Press Office

     


  • Con la prima prova degli Assoluti d’Italia Enduro, andata in scena sabato 2 e domenica 3 marzo a Gioia dei Marsi (AQ), sugli Appennini dell’Abruzzo, il sipario si è finalmente alzato sulla nuova stagione 2019.

    Un anno ricco di novità, con l’ufficializzazione del neonato team S2 Motorsport Sembenini Honda-RedMoto che schiera un determinatissimo Alex Salvini pronto a dare il massimo sia nel tricolore che nel Mondiale.

    Desideroso di riscatto dopo un anno tra luci e ombre, Salvini ha iniziato la stagione solo come un grande campione sa fare, conquistando con forza e decisione due straordinarie vittorie nella classe 450 4T con la Honda-RedMoto CRF 450RX Enduro. Con un ritmo serratissimo, Alex ha martellato in entrambe le giornate di gara portando a casa anche una sesta e una quarta posizione nella classifica Assoluta ad un passo dalla top three e dietro solo a Holcombe, Larrieu e McCanney. Un risultato positivo, che poteva anche essere un podio certo se non fosse stato per una caduta il sabato.

    Il prossimo impegno agonistico è la prima prova del Mondiale, in programma a Dahlen, in Germania, il 23-24 marzo.

    ALEX SALVINI

    Due giorni non semplici ma dai risultati positivi. Sabato ho fatto una caduta nel trasferimento e ho battuto forte il ginocchio. Sono riuscito a portare a casa due bellissime vittorie, ma se non fosse stato per il dolore, che mi ha rallentato parecchio la domenica, avrei sicuramente potuto fare di più nell’Assoluta. C’è sicuramente un margine di miglioramento e vedremo di lavorare in vista del nostro esordio nel Mondiale”.

    GINO SEMBENINI

    Alex ha dimostrato tutte le sue qualità e la doppia vittoria fa capire che sicuramente sarà protagonista di questa stagione. Non potevamo desiderare miglior esordio! Peccato per la caduta il sabato, altrimenti avrebbe sicuramente fatto meglio nell’Assoluta. Torniamo a casa consapevoli di aver lavorato bene, ma anche certi di poter fare di più. Complimenti a tutta la squadra!”.

    Team S2 Motorsport Sembenini Honda-RedMoto

    Press Office

     

  • Per l’undicesima edizione di Roma Motodays il testimonial d’eccezione arriva dalla Gran Bretagna: il leggendario Carl ‘King’ Fogarty. Ma ci saranno anche Tony Cairoli, di ritorno dalla prima gara del mondiale Motocross, in Patagonia e il francese Hubert Auriol, il primo vincitore della Dakar sia in moto che in auto.

    Carl Fogarty sarà a Roma Motodyas giovedì e sabato, mentre Cairoli e Auriol saranno presenti sabato e domenica.

    KING FOGARTY - ‘Foggy’ si è laureato quattro volte campione del mondo della Superbike dopo aver vinto tre volte il famigerato Tourist Trophy all’Isola di Man, dal 1988 al 1990. Vincitore di ben 59 gare in sella alla Ducati 916 e 996, Fogarty ha conquistato i suoi allori in Superbike nel 1994, 1995, 1998 e 1999 e si è ritirato nel 2000, a soli 35 anni, a causa di un rovinoso incidente che gli ha compromesso la mobilità del braccio sinistro. Da allora si è dedicato sporadicamente all’attività di team manager, ma è rimasto indimenticato nel cuore degli appassionati per il suo stile vincente per i suoi ‘occhi di tigre’. Attualmente Fogarty è brand ambassador e consulente del marchio CCM Motorcycles e ha sviluppato una ‘Foggy Edition’ in versione limitata di 300 esemplari della Spitfire.

    I successi di Fogarty sono stati paragonati a quelli dell'australiano Mick Doohan cinque volte campione del mondo della classe 500 e vincitore della categoria negli stessi anni di Fogarty.

    CAIROLI - Ma Carl Fogary non sarà l’unico campione in Fiera nei giorni di Roma Motodays. Ci sarà anche Tony Cairoli, fresco vincitore per l’undicesima volta degli Internazionali d’Italia di Motocross. Il nove volte campione del mondo arriverà in Fiera Roma direttamente dalla pista di Neuquen, in Patagonia, teatro della prima sfida iridata della stagione, che è andata in scena lo scorso weekend e che ha visto Tony Cairoli autore di due splendide doppiette. Con la sua proverbiale disponibilità, Tony Cairoli incontrerà il pubblico di Roma Motodays, firmerà autografi e risponderà alle loro domande nelle giornate di sabato e domenica. In esposizione anche la sua moto.

    AURIOL – Grande attesa per la presenza a Roma Motodays di Hubert Auriol, il primo pilota ad aver conquistato la vittoria all’estenuante Dakar sia in moto che in auto. Sulle due ruote Auriol ha vinto due volte, nel 1981 e nel 1983, sfiorando la vittoria nel 1985 sulla Cagiva. Due anni dopo si rese protagonista di un evento che lo ha reso leggendario: riuscì ad arrivare al traguardo della penultima tappa con entrambe le caviglie fratturate. Era al comando della Dakar, ma l’indomani non poté difendere la supremazia in classifica. L’anno dopo si presentò alla guida di un buggy, poi in auto, vincendo nel 1992. Quando la Dakar si è spostata in Sudamerica, Auriol ha inventato l’Africa Race, che ha debuttato nel 2008.

    PARCHEGGI - Chi acquisterà il biglietto in prevendita su Vivaticket potrà parcheggiare la propria moto all’interno di Fiera Roma.

    BIGLIETTI - In occasione della Festa della Donna l’8 Marzo, Roma Motodays riserverà l’ingresso GRATUITO e il parcheggio interno gratuito a tutte le donne "motocicliste" che arriveranno in Fiera alla guida di una moto/scooter. L’ingresso sarà dal Cargo Ovest di Fiera Roma.

    Ufficio Stampa Roma Motodays

     

  • Guanti Spidi Voyager test pregi difetti pareri

     

    Vai alla Foto Gallery

    Il guanto da turismo Spidi Voyager Lady H2Out è un guanto pernsato per le donne motocicliste, con fodera in micropile e coibentato in ovatta a fibra cava da 80gr, con membrana impermeabile e traspirante H2Out.