Lo scorso 9 gennaio tutto era pronto per una nuova stagione del Mondiale Superbike: nuova moto, nuovo staff, nuovi piloti. Le aspettative erano alte ma tutto si é bloccato a seguito del coinvolgimento di Andrea Grillini in un’indagine partita dal Sud italia che lo ha costretto a stare per alcuni mesi lontano dai circuiti. Finalmente la posizione di Andrea, che si é sempre dichiarato estraneo alla vicenda, sembrerebbe oggi chiarita; le cose, a poco a poco, incominciano a tornare alla normalità e il nuovo inizio sarà proprio nel Mondiale Endurance.

In tutti questi mesi ho sempre pensato al momento in cui sarei potuto tornare a svolgere il mio lavoro liberamente” ha dichiarato Andrea “ero pronto per affrontare un’altra stagione in Superbike ma, alla vigilia della partenza delle moto per la prima gara in Australia, tutto é cambiato e sono felice oggi di poter nuovamente parlare di impegni sportivi. In questi mesi i miei collaboratori hanno parlato con Dorna, che voglio ringraziare perche ha sempre lasciato una porta aperta per il Team in caso di eventuale rientro in corso di campionato. Mancando però poche gare alla conclusione della stagione abbiamo preferito optare per il Mondiale Endurance. E’ un campionato ugualmente impegnativo ma con meno gare in calendario e questo mi permetterà di tornare alla normalità con più calma e un po’ meno pressione. Ringrazio anche l’organizzazione dell’EWC che ha immediatamente accettato la nostra iscrizione, dandoci la possibilità di incominciare subito con le gare.

Il primo appuntamento del Mondiale Endurance sarà nel circuito di Le Castellet in Francia con il Bol d’Or il 14-16 Settembre. Una 24 ore storica che permetterà al team una vera e propria full immersion al rientro nelle corse.

Grillini Sport Management

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to TwitterInstagram YouTube