Cambio di percorso e di condizioni di gara nel terzo giorno della FIM ISDE 2016 in Spagna. Dalla polvere dei Day 1 e 2, oggi si è passati a pioggia e fango. L’Italia ha mantenuto la seconda posizione nel World Trophy, perdendo però terreno dagli Stati Uniti e dovendosi ora guardare le spalle dalla Spagna. La Maglia Azzurra Junior invece ha recuperato una piazza rispetto a ieri ed è così terza in classifica.

World Trophy Terminato il terzo giorno della Six Days, gli azzurri sono secondi a 1’35’’88 dagli Stati Uniti. Oggi a tratti l’Italia si è difesa bene, mentre in alcune Prove Speciali non è riuscita a tenere il passo degli avversari anche a causa della sfortuna. Discorso valido in particolare per la seconda PS, dove gli americani hanno guadagnato molti secondi in quanto sono partiti prima che cominciasse a piovere, tre degli azzurri subito dopo. Terza in classifica generale la Spagna (1° di giornata), che si è portata a soli 8’’89 dai nostri mentre l’Inghilterra, nonostante le condizioni potessero sembrare favorevoli ai suoi piloti, è retrocessa in quarta posizione. Gli USA comandano la graduatoria con un tempo totale di 8h08'42''94, seguiti dall’Italia a +1’35’’88 e dalla Spagna a +1’44’’77.

Junior World Trophy I giovani della Maglia Azzurra hanno ritrovato la zona podio. E’ stata ancora la Svezia a vincere la giornata, ma gli azzurri hanno ottenuto un secondo posto che li ha proiettati in terza piazza in quanto a classifica generale dietro anche agli Stati Uniti, oggi alle spalle degli azzurri. La Svezia è saldamente al comando della graduatoria della ISDE Junior, con un crono totale di 6h12'19''91; Usa a +1’55’’60, Italia a + 3’30’’51.

Moto Club Italia I ragazzi impegnati nella classifica di Club stanno correndo con ottimi risultati. Se ieri erano primi con 2’46’’46 sul Trail Jesters, oggi hanno incrementato il vantaggio portandolo a 5’33’’ sugli stessi inseguitori e a quasi 10’ sul Club della Spagna.

Al termine della giornata il Commissario Tecnico FMI, Cristian Rossi, ha commentato: “Purtroppo oggi non siamo riusciti ad essere veloci come avremmo voluto, anche a causa della sfortuna, ma domani cercheremo di riscattarci perché i nostri vogliono ben figurare. Gli Junior ora sono terzi con un buon vantaggio sulla Francia, quarta; sarà dura raggiungere la Svezia ma i piloti daranno comunque il massimo. Un plauso ai ragazzi del Moto Club Italia, che stanno dimostrando le loro capacità”.

Credits Federmoto

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultime Notizie

Ultimi Articoli Gare