Le valige laterali rigide sono una soluzione più sicura, ma anche la più impegnativa economicamente e più laboriosa.

Se per la moto non esiste un kit specifico è meglio desistere, perchè i kit universali sono difficili da adattare e spesso non assicurano una elevata sicurezza; il fai da te risulta laborioso e difficile a meno di non essere realmente esperti, occorre infatti realizzare artigianalmente i supporti, cosa molto lunga ed anti economica se ci si affida ad un artigiano; in proprio si può fare, ma come detto occorre essere portati per il bricolage, avere la giusta attrezzatura e la necessaria competenza, a tal punto i limiti saranno quelli strutturali per la moto, perché spesso l’assenza di un kit specifico dipende dalla poca diffusione della moto stessa, dall’assenza di richiesta per quella tipologia di moto, ma anche per l’impossibilità di avere dei punti di ancoraggio sicuri ed affidabili allo scopo.

Un aspetto da rilevare è che con le valige laterali rigide aumenta di molto l’ingombro laterale, aspetto insignificante con le borse morbide. Alcuni modelli di valige, rinunciando ad un po’ di spazio, riescono ad essere più aderenti alla moto.

Riguardo allo spazio, occorre analizzare le proprie esigenze, comunque è preferibile che una valigia laterale non sia più grande di circa 36 litri, dimensione oltre la quale l’ingombro laterale diventa realmente importante. In passato ho visto motociclisti con valige laterali da 50 litri, con ingombri della moto notevoli. Alcune valige permettono di porre sopra alle stesse altri oggetti, qui il limite è nel peso trasportabile della moto, nella sicurezza e robustezza dei supporti. Nel complesso le valige rigide sono la soluzione migliore per il turismo, ma occorre la moto adatta e va messo in conto il costo superiore.

 

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultime Notizie

Ultimi Articoli Gare