Lavare la moto è una cosa tutto sommato semplice e certamente un piacere per il vero appassionato e non una seccatura come la considerano in tanti.

Vero è che non tutti hanno a disposizione lo spazio adeguato per lavarla, ma è altrettanto vero che esistono diversi metodi per eseguire il lavaggio senza avere grossi problemi. L’importante è scegliere i prodotti giusti e le metodologie di lavaggio più appropriate.

Una sicurezza, quando non si può fare da se, è rivolgersi ai pochi “moto lavaggi” presenti in Italia, hanno il pregio di utilizzare prodotti specifici per la moto, oltre ad avere idropulitrici a pressione ridotta per evitare di danneggiare gli adesivi.

Più attenzione occorre presso gli autolavaggi che effettuano anche lavaggio moto, il più diffuso danno che commettono è quello di utilizzare saponi molto aggressivi, come quello specifico per i cerchi: il risultato è sempre lo stesso, la vernice si opacizza e risulta scolorita.

Altro errore è quello di utilizzare getti d’acqua ad elevata pressione e spesso anche calda, il risultato è quello di far staccare gli adesivi, rovinare la sella e avere l’infiltrazione d’acqua nei paraoli della forcella e nei cuscinetti delle ruote e della sospensione posteriore.

Ovviamente non tutti agiscono così ed è possibile trovare anche autolavaggi che si prendono cura delle moto in modo professionale.

Il lavaggio presso le stazioni self services non pone particolari problematiche, basta non usare per esempio il liquido lava cerchioni ed utilizzare la lancia ad una certa distanza dalla moto.

Alla fine la cosa meno rischiosa è il fai da te a casa ….

Per una pulizia leggera bastano dei buoni panni in microfibra ed uno sgrassatore per superfici delicate.

Per una pulizia più approfondita, il semplice tubo dell’acqua ed un valido detergente specifico per la moto come il Liqui Moly Motorbike Cleaner.

Per togliere le macchie di grasso, utilizzare sempre prodotti specifici per la moto, per la catena va bene il Liqui Moly Detergente per Catene (Ketten-Reiniger - Chain Cleaner), oppure il classico petrolio bianco o ancora la “vecchia” nafta, se pure oggi con i prodotti specifici per la moto si riesce a fare un lavoro di gran lunga migliore rispetto alle “vecchie” soluzioni.

Una volta lavato il tutto, si asciuga con il panno in microfibra e si può passare una mano di lucido specifico per la moto e quindi oliare le parti come le leve e le pedane, sempre con buoni prodotti specifici per la moto.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Twitter