Nata dalle corse, grintosa, capace di esprimere dinamicità e leggerezza in uno stile personale e riconoscibile, RS 125 MY 2017 sottolinea la passione di Aprilia per lo sport con un concentrato di raffinatezze tecnologiche degno di una vera Superbike. Ergonomia esclusiva da vera supersportiva, carena filante, telaio in alluminio, un motore generoso e il meglio della componentistica e delle dotazioni tecniche in un look che ora è ancora più vicino a quello della superbike RSV4.

Un look da grande per un passione giovane

La nuova estetica di Aprilia RS 125 si ispira nelle forme e nei colori a quella della plurititolata sorella maggiore, RSV4 protagonista nel Mondiale SBK, un look aggressivo e originale che è sottolineato dal triplo faro anteriore, stilema della “sorella maggiore”. La carena filante esalta l’esclusivo telaio in alluminio, una raffinatezza di totale ispirazione racing che nessun competitor può vantare. Una soluzione vincente, che Aprilia mutua dalla sua esperienza in pista, per ridurre peso ed ingombri e regalare al veicolo agilità e maneggevolezza da manuale. Il codino filante sembra scomparire nelle linee di fuga, raccordato con il fanale posteriore a led che, in omaggio alla sicurezza su strada, garantisce un’ottima luminosità.

La nuova versione di RS 125 è disponibile in due livree: Silver Speed e Black Speed. Entrambe votate alla sportività si caratterizzano anche per le grafiche segnate dalla grande “a” su campo rosso che è l’emblema delle Aprilia che competono sui campi di gara di tutto il mondo. Sul serbatoio le grafiche riprendono il tricolore italiano, a ricordare l’esclusività di RS 125, unica tra le piccole sportive a essere progettata, sviluppata e costruita in Italia.

L’ultima versione di Aprilia RS 125 vanta inoltre il più capiente vano portaoggetti della categoria, uno spazio capace di contenere un tablet da 6”. Inoltre è possibile montare la pratica presa USB per ricaricare comodamente lo smartphone e ogni device compatibile.

Una ergonomia unica, una ciclistica di riferimento

L’ergonomia generale di Aprilia RS 125 è pensata per la pista. Nessun’altra 125 può trasmettere un carattere racing come la ottavo di litro di Noale. La posizione di guida offerta da RS 125 è unica: i semi manubri in posizione avanzata e ribassata rispetto alle piastre di sterzo e le pedane arretrate assicurano, insieme al complesso sella-serbatoio, una posizione di guida da vera supersportiva, senza alcun compromesso.

Realizzato sulla base dell’esperienza maturata in pista, lo spettacolare telaio perimetrale è composto da travi pressofuse in lega d’alluminio con nervature incrociate di rinforzo. E’ una struttura leggera, in grado di offrire un’elevata rigidità torsionale a garanzia delle migliori performance su strada e tra i cordoli.

La solida forcella a steli rovesciati e la sospensione posteriore con mono ammortizzatore di derivazione racing fissato al forcellone asimmetrico, assicurano prestazioni, sicurezza e comfort di altissimo livello. Il design dei cerchi a 6 razze sdoppiate sottolinea il carattere grintoso di RS 125. Una configurazione ancora una volta debitrice all’esperienza delle corse, che assicura leggerezza e velocità di inserimento in curva. L’impianto frenante prevede sulla ruota anteriore una pinza radiale a quattro pistoncini, assistita da ABS Bosch monocanale, che agisce su un disco in acciaio da 300mm di diametro. Al posteriore la pinza a singolo pistoncino morde un disco da 220 mm ed è dotata di ruota fonica per garantire la protezione anti roll over. Massima performance e sicurezza ad ogni staccata. Il supporto targa e gli indicatori di direzione sono facilmente smontabili per l’uso in pista.

Strumentazione da gara

Compatto e leggerissimo, il nuovo cruscotto mette a disposizione tutte le funzioni di una vera strumentazione racing: dal contagiri analogico, al display digitale multifunzione con comandi sul manubrio per tachimetro, trip master, tensione batteria, ora e cronometro con memoria di 20 giri, indicatore temperatura del circuito di raffreddamento e indicatore riserva carburante, spia OBD, spia guasto ABS. È disponibile inoltre, come accessorio, la centralina AMP che abilita l’interconnettività tra moto e smartphone.

Motore

Il cuore di Aprilia RS 125 è un moderno e tecnologico monocilindrico 125 cc., 4T 4 valvole ad iniezione elettronica, raffreddato a liquido: affidabile su strada e generoso in pista, è dotato di tecnologie particolarmente raffinate come la distribuzione a doppio albero a camme in testa (DOHC). Di concezione e progettazione modernissima, leggero, compatto, ha consentito lo sviluppo di una ciclistica raffinata. L’erogazione, ottimamente tarata, garantisce prontezza fin dai bassi regimi. Le vibrazioni sono ridotte al minimo da un contralbero di bilanciamento. Omologato Euro 4, garantisce massime prestazioni nel rispetto dell’ambiente.

Il MY 2017 di RS 125 è predisposto per l’installazione del Quick Shift, innovativo sistema di cambio rapido collaudato da Aprilia nei circuiti di tutto il mondo. Come accade con la sorella maggiore RSV4 il sistema elettronico gestisce l’interruzione di coppia per il cambio di marcia inserita, del grado di apertura del gas e dei giri del motore permettendo al pilota di salire di marcia mantenendo aperto il gas senza utilizzare la frizione.

Lo scarico, di chiara ispirazione racing, è completamente integrato alla parte inferiore della carena. Una soluzione di forte impatto estetico che influenza il comportamento dinamico del veicolo, in virtù dell’accentramento delle masse.

Aprili RS, una storia sportiva unica

20 titoli mondiali tra Piloti e Costruttori e una longevità commerciale insuperata nel tempo, Aprilia RS 125 è il simbolo del DNA sportivo della casa di Noale. Debutta nel ’92 come primo esempio di comunione di contenuti che diventerà la vera essenza di Aprilia, quel continuo scambio di conoscenze tra pista e strada che contamina l’anima sportiva e quella commerciale. Il primo titolo iridato della casa veneta arriva proprio nella categoria 125 con Alessandro Gramigni nel 1992; l’ultimo - dei venti collezionati – è del 2011, lo consegna a Noale Nico Terol. In mezzo un ventennio di dominio pressoché assoluto della categoria che consolida il titolo di squadra corse europea più vincente del Motomondiale.

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Ultime Notizie

Ultimi Articoli Gare